Sanità

ott242018

Spesa farmaci per psoriasi, Puglia: picco nel primo semestre 2018. Più appropriatezza con biologici

Spesa farmaci per psoriasi, Puglia: picco nel primo semestre 2018. Più appropriatezza con biologici
Circa il 45% dei pazienti con psoriasi a placche di grado da moderato a severo, avviati al trattamento con farmaci immunosoppressori sistemici ad alto costo non ha mai ricevuto precedenti prescrizioni di farmaci riferibili a un Dmard sintetico convenzionale come previsto dalle attuali linee guida, per una spesa nel primo semestre 2018, di circa 7.500.000 di euro, con una proiezione annua di circa 15.000.000 di euro. È quanto ha preso atto la Regione Puglia dai dati elaborati dal Servizio Politiche del farmaco e in seguito ai quali ha approvato le "Raccomandazioni per il corretto utilizzo dei farmaci nel trattamento della Psoriasi a placche di grado da moderato a severo", disponendo che i medici prescrittori, "cui è affidato il compito di contribuire a un utilizzo appropriato delle risorse ai fini della sostenibilità del sistema sanitario e la corretta informazione del paziente sull'uso dei biosimilari, conformino i loro comportamenti prescrittivi al rispetto delle raccomandazioni dell'Aifa. La Giunta ha anche approvato l'incremento delle attività di monitoraggio e verifica dell'appropriatezza prescrittiva dei farmaci Anti-TNFa, Anti-IL ed inibitori della PDE4".

È quanto si apprende da una comunicazione diffusa dalla Regione Puglia che segnala le proprie "politiche di contenimento e razionalizzazione della spesa farmaceutica". Questa volta, si legge nella nota, sotto osservazione ci sono i farmaci immunosoppressori sistemici ad alto costo per gli impieghi autorizzati nella Psoriasi a Placche di grado da moderato a severo. Questi medicinali sono generalmente caratterizzati da costi molto elevati tali per cui, nel corso del primo semestre 2018, la spesa relativa all'acquisto diretto degli stessi da parte delle strutture pubbliche del SSR, come rilevata dal Servizio Politiche del farmaco per il tramite del sistema informativo regionale ammonta a circa euro 7.500.000 con una proiezione di spesa annua pari a circa euro 15.000.000. Le attuali linee guida per il trattamento della Psoriasi di grado da moderato a severo prevedono un approccio terapeutico iniziale che passa prima dall'utilizzo dei farmaci appartenenti alla categoria dei Dmards convenzionali (riconducibili ai principi attivi Acitretina, Metotrexato e Ciclosporina) e, solo successivamente, in caso di fallimento terapeutico ovvero intolleranza agli stessi, l'avvio di una terapia con farmaci biologici ad alto costo.

Il Servizio Politiche del farmaco regionale, nell'ambito delle verifiche di appropriatezza prescrittiva, implementate in particolar modo nei confronti dei farmaci ad elevato impatto sulla spesa farmaceutica per acquisto diretto di farmaci, ha rilevato, mediante un'analisi retrospettiva effettuata tramite il sistema informativo regionale Edotto, che circa il 45 % dei pazienti arruolati al trattamento con farmaci Anti-TNF alfa, Anti-IL ovvero Inibitori della PDE4, non ha mai ricevuto precedenti prescrizioni di farmaci riferibili ad un DMARD sintetico convenzionale e che pertanto le stesse non rispetterebbero i criteri di appropriatezza prescrittiva e i vincoli di rimborsabilità in regime SSN stabiliti dall'AIFA, inducendo un incremento ingiustificato ed inappropriato della spesa farmaceutica per acquisti diretti. Da qui la decisione della Giunta.
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO