Sanità

dic32018

Spesa farmaci, tra gennaio-luglio 2018 convenzionata ancora in calo

Spesa farmaci, tra gennaio-luglio 2018 convenzionata ancora in calo
Nel periodo gennaio-luglio 2018 la spesa farmaceutica nazionale complessiva ha raggiunto gli 11.245,3 milioni di euro scostandosi di +1.484,2 mln di euro rispetto alle risorse complessive del 14,85% (8.366,6 ml di euro), con una spesa ospedaliera (per acquisti diretti) che ha sforato il suo tetto fissato di 1,79 miliardi e una convenzionata in calo rispetto all'anno precedente, del 4,7% parti a -232,5 mln di euro. È il quadro che emerge dall'ultimo Monitoraggio della Spesa Farmaceutica Nazionale e Regionale Gennaio-Luglio 2018 che conferma il dato rilevato nel precedente documento: solo 3 regioni su 21 rispettano i tetti di spesa.

Nel monitoraggio della spesa farmaceutica convenzionata netta a carico del Ssn, al netto di sconti, ticket regionali e compartecipazione al prezzo di riferimento e pay-back (1,83%) versato alle Regioni dalle aziende farmaceutiche, risulta essere di 4.673,4 mln di euro, con un decremento, rispetto all'anno precedente, pari a -232,5 mln di euro (-4,7%). Il numero delle ricette, 344 milioni di ricette, è in lieve calo, rispetto al 2017, pari a -0,5%. L'incidenza della compartecipazione dei cittadini (pari a 961,1 mln) è invece in aumento: + 5,3%, vale a dire una crescita di 48,4 milioni di euro. Ma si conferma il calo dei ticket fissi e la crescita di spesa per la differenza di prezzo che pagano i cittadini per l'acquisto di farmaci branded. Contestualmente c'è anche un incremento del +2,4% (+297,8 milioni di dosi giornaliere) delle dosi giornaliere dispensate. In particolare, la spesa farmaceutica convenzionata (cioè al netto degli sconti versati dalle farmacie, del payback dalle aziende alle Regioni, dei diversi pay-back versati sempre alle Regioni, ma al lordo dei ticket regionali) è stata pari a 4.925,9 milioni di euro. Un valore che segnala un avanzo di 306,26 milioni di euro rispetto al tetto programmato del 7,38% del Fsn.

Gli acquisti diretti, tra gennaio e luglio 2018, hanno impegnato 6,13 mld, una quota più alta di 1,79 mld del tetto fissato. La verifica del tetto programmato della spesa farmaceutica per acquisti diretti del 6,89% al netto dei pay-back vigenti e dei fondi per gli innovativi non oncologici e innovativi oncologici evidenzia un'incidenza del 9,61%, pari ad un disavanzo rispetto alla spesa programmata di +1.790 ml di euro, di cui 114 si riferiscono alla spesa per farmaci innovativi oncologici e non oncologici non coperta dai rispettivi fondi. Per medicinali inseriti nel fondo per i medicinali innovativi non oncologici la spesa gennaio-luglio è pari a 372,1 milioni di Euro mentre per i medicinali inseriti nel fondo per i medicinali innovativi oncologici, la spesa gennaio-aprile è pari a 325,5 milioni di Euro.
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO