Sanità

ott312018

Spreco di farmaci a Mi Manda Rai3: confezioni standard, diretta e furti all'attenzione del pubblico

Spreco di farmaci a Mi Manda Rai3: confezioni standard, diretta e furti all’attenzione del pubblico
Ammonta a 8 miliardi di euro annui lo spreco di farmaci in Italia, il 40% dei medicinali nelle case dei cittadini è scaduto, e secondo il parere del Consiglio nazionale di bioetica il 30% di questi sprechi è dovuto a confezioni "squilibrate" rispetto alla terapia. Questi i numeri messi sul tavolo della discussione nel corso di Mi manda Rai3, trasmissione televisiva andata in onda oggi, che ha portato all'attenzione del grande pubblico il tema dello spreco di farmaci mettendo in evidenza i dati di spesa farmaceutica che nel 2017 è stata di 29,8 miliardi, con 492 euro pro capite. Ad aprire il dibattito sulle cause è in prima battuta Tonino Aceti, coordinatore nazionale Cittadinanzattiva: «C'è di certo un elemento di consumismo sanitario, un fai da te sempre più spinto e un uso di Internet non sempre appropriato che porta a sua volta a un uso inappropriato dei medicinali. Anche dalla distribuzione diretta si possono cogliere delle distorsioni che causano sprechi. Accade spesso che si consegnino ai malati cronici quantitativi di farmaci importanti, anche fino a 6 mesi di terapia, periodo in cui le condizioni di salute di queste persone possono facilmente cambiare con il risultato che quelle quantità potrebbero non essere più così utili e i farmaci rimanere inutilizzati. La conseguenza è che il risparmio realizzato con le procedure di acquisto viene a essere vanificato nei consumi. C'è poi un elemento di cui si parla ancora troppo poco, che riguarda le strutture pubbliche dove si verificano troppo di frequente furti di farmaci e più presi di mira sono ovviamente quelli molto costosi, e questo perché non ci sono le attenzioni e i controlli che dovrebbero esserci». Una certa attenzione, alimentata dalle recenti dichiarazioni del ministro della Salute Giulia Grillo, viene oggi posta alle confezioni con quantità di farmaco standardizzate che risultano contenere farmaci in eccesso o in difetto rispetto alla terapia: «Secondo il parere del Consiglio nazionale di bioetica - riporta Aceti - un 30% degli sprechi è dovuto proprio a questo, ed è una quantità importante di farmaci che resta inutilizzata. Sempre da Consiglio di bioetica arriva la richiesta che le dosi siano più mirate più personalizzate rispetto al bisogno effettivo del paziente».

Un aspetto su cui, secondo Marco Cossolo, presidente di Federfarma presente in trasmissione, il farmacista può avere un ruolo importante: «Abbiamo l'esperienza positiva di altri paesi, in particolare il Canada, dove l'allestimento di confezioni personalizzate rispetto alla terapia è già una realtà con risultati tangibili. Chiaramente va pensata un'attività in concerto con i medici Mmg prescrittori e le associazioni di pazienti. Bisogna lavorare tutti insieme per questo obiettivo. Ma non solo, nella gestione dei pazienti cronici, nella riconciliazione terapeutica in cui il farmacista può avere un ruolo, per esempio, si potrebbero portare in evidenza le confezioni in scadenza per immaginarne un riutilizzo a fine benefico». Quello che oggi può già fare il farmacista, ricorda Cossolo «e che facciamo tutti i giorni, perché è il nostro compito professionale, è mettere in guardia i cittadini sugli effetti collaterali e le interazioni tra i farmaci. Ma noi possiamo agire solo sul 10% dei consumi, che sono i farmaci senza obbligo di prescrizione ai quali prestiamo particolarmente l'attenzione. Per il resto sono ricette mediche che noi riceviamo e abbiamo obbligo di esitare. Sui farmaci da banco, che sono di nostra competenza, conoscendo molto spesso i consumi dei farmaci con ricetta dei nostri utenti, stiamo molto attenti a segnalare le possibili interazioni con la terapia in corso».
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Frongia - Casettari -Il galenista e il laboratorio
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO