Sanità

apr172018

Standardizzazione e accreditamento, Sifap: ecco come potenziare la Galenica

Standardizzazione e accreditamento, Sifap: ecco come potenziare la Galenica
Un potenziamento della galenica e del ruolo della farmacia di comunità può arrivare dall'avvio di un percorso di qualità certificato, che valorizzi il binomio farmacia e farmacista preparatore e che metta al centro competenze e impegno nel buon funzionamento della struttura. Un percorso che diventi anche un elemento di distinzione e orientamento per il paziente. È questa la ratio alla base del progetto che la Sifap aveva lanciato al congresso di Napoli di ottobre e a cui intende dare maggiore slancio.

A parlarne Paola Minghetti, presidente Sifap, che fa un punto: «La valorizzazione della galenica è legata al binomio farmacia e farmacista, che rappresentano, da un lato, la base strutturale e strumentale e, dall'altro, l'aspetto delle competenze. Se il binomio funziona in maniera appropriata allora c'è anche una maggiore garanzia di qualità per il paziente. Per questo, intendiamo dare maggior vigore al progetto dell'accreditamento della farmacia che fa preparazione che era stato lanciato a ottobre in occasione del Congresso Sifap». Un accreditamento che prevede due passaggi: «Il primo è la partecipazione a percorsi di formazione, che vanno a rafforzare le conoscenze e competenze da parte del farmacista che fa preparazione. E il secondo prevede invece la partecipazione della farmacia a controlli periodici di qualità - due all'anno - i Round Robin. Questi passaggi costituiscono una ulteriore tutela per i pazienti, che trovano anche una modalità per riconoscere farmacie attente alla qualità della galenica». Il nodo, continua, «è che le evoluzioni di questo settore sono proprio nella garanzia di una sempre maggiore qualità. E in questo potrebbe essere di supporto anche un aggiornamento delle norme di buona preparazione». Il progetto sarà rilanciato in occasione del convegno che si terrà a Cosmofarma dal titolo "NovitaÌ nella galenica: dalla tariffa dei medicinali ai preparati a base di Cannabis ad uso medico" (sabato 21 ore 11): «Nel nostro stand si troveranno tutte le informazioni per attivarlo».

Tra i temi del convengo, poi, «ci sono le novità più importanti relative alla galenica: la nuova tariffa e le problematiche relative alla cannabis terapeutica». Per quanto riguarda il primo punto, «quello che vogliamo ancora una volta sottolineare è l'importanza di un passaggio innanzitutto culturale che vede come cardine per la definizione della remunerazione l'atto professionale». Sul tema della cannabis, «due sono le tematiche al centro dell'attenzione: da un lato, tutte le problematiche relative all'approvvigionamento della materia prima. Dall'altro, una riflessione sulle forme farmaceutiche: l'impegno di medici e farmacisti in questi anni è stato anche quello di trovare sistemi che risultassero di più facile assunzione da parte del paziente, anche per migliorare la compliance. Nell'evento, si vuole, quindi, fare un punto sullo stato dell'arte normativo e tecnologico».

Francesca Giani

discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Schramm - La farmacia online
vai al download >>

SUL BANCO