Sanità

ago12018

Taglio prezzi ad aziende inadempienti payback. Incongruenze in Determina Aifa

Taglio prezzi ad aziende inadempienti payback. Incongruenze in Determina Aifa
Alle aziende inadempienti rispetto agli oneri di ripiano della spesa farmaceutica ospedaliera per l'anno 2016 verrà applicata una riduzione del prezzo di uno o più medicinali in misura e per un periodo di tempo tali da coprire l'importo corrispondente alla somma non versata, incrementato del 20%. È quanto prevede la Determina Aifa del 17-7-2018 pubblicata sulla gazzetta ufficiale n. 174 del 28 luglio 2018. Lo comunica una circolare di Federfarma da cui si apprende che il sindacato ha rilevato "alcune incongruenze" nel provvedimento sulle quali "sta effettuando le necessarie valutazioni al fine di adottare gli opportuni interventi a tutela delle farmacie". E spiega: "La Determina, nel dare prima attuazione alla norma di cui al DL n. 95/2012 e riducendo i prezzi di medicinali di fascia A, pone anche a carico delle farmacie, il cui margine è fissato in misura percentuale sul prezzo, quota parte dell'onere del ripiano relativo allo sforamento della spesa farmaceutica ospedaliera. Tale ripiano, per legge, è invece posto a carico per il 50% delle aziende produttrici e per il 50% delle Regioni". È la "prima volta" sottolinea Federfarma "che tale disposizione trova concreta attuazione attraverso la riduzione del prezzo di una serie di medicinali di fascia A e di fascia H per 6 o 12 mesi".

Il provvedimento, sottolinea il sindacato, dà attuazione a quanto previsto dall'art. 15, comma 8, lettera j) del decreto-legge 6 luglio 2012, n. 95, convertito nella legge 7 agosto 2012, n. 135, ai fini del recupero delle somme dovute dalle aziende farmaceutiche a titolo di pay-back per il ripiano della spesa farmaceutica ospedaliera e non versate alle Regioni. La suddetta norma, infatti, stabilisce che: "la mancata integrale corresponsione a tutte le regioni interessate, da parte delle aziende farmaceutiche, di quanto dovuto nei termini previsti comporta l'adozione da parte dell'AIFA di provvedimenti di riduzione del prezzo di uno o più medicinali dell'azienda interessata in misura e per un periodo di tempo tali da coprire l'importo corrispondente alla somma non versata, incrementato del 20 per cento, fermo restando quanto previsto dalla normativa vigente in materia di recupero del credito da parte delle pubbliche amministrazioni interessate nei confronti delle aziende farmaceutiche inadempienti".
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Garattini S., Bertelè V. Farmaci sicuri
vai al download >>

SUL BANCO