Sanità

feb12021

Tamponi rapidi in farmacia, accordi siglati in Lombardia e Emilia-Romagna per aumentare capacità di testing

Tamponi rapidi in farmacia, accordi siglati in Lombardia e Emilia-Romagna per aumentare capacità di testing

Test rapidi antigenici nelle farmacie della Lombardia e test sierologici a prezzo calmierato in quelle dell'Emilia-Romagna con l'obiettivo di aumentare la capacità di screening nella popolazione

Test rapidi antigenici nelle farmacie della Lombardia e, partire da oggi test antigenico rapido e test sierologico a prezzo calmierato nelle farmacie dell'Emilia-Romagna. Siglati nelle rispettive regioni accordi che normano lo svolgimento del testing nelle farmacie convenzionate con gli obiettivi di "aumentare la capacità di testing nello screening della popolazione asintomatica" e "allargare ulteriormente la platea dei destinatari della campagna di screening".

Lombardia: Regione riconosce a farmacie 12 euro per ogni test

L'accordo in Lombardia era già nell'aria nei giorni scorsi e oggi è stata data comunicazione da parte della Regione, della firma con Federfarma Lombardia, Assofarm/Conservizi Lombardia e Federazione regionale Ordini dei farmacisti. Le farmacie potranno quindi effettuare test rapidi antigenici e la Regione riconoscerà alle farmacie 12 euro (iva esclusa) per ogni test rapido effettuato. Un compenso comprensivo dei costi per l'approvvigionamento dei materiali di consumo, dei dispositivi di protezione individuale e della remunerazione del servizio. L'accordo è stato approvato dalla Giunta di Regione Lombardia, su proposta del vicepresidente ed assessore al Welfare, Letizia Moratti: «Si tratta di un importante contributo al contrasto della pandemia. E rappresenta un ulteriore esempio di collaborazione tra gli attori in campo in questa lotta. Ribadisco - ha aggiunto - quanto sia importante il ruolo che le farmacie svolgono anche in qualità di Farmacia dei servizi. L'obiettivo dell'accordo risponde all'esigenza di aumentare la capacità di testing nello screening della popolazione asintomatica su tutto il territorio regionale, ampliando la fruibilità e l'accessibilità al test antigenico ai cittadini, sia in ambito Ssr, in particolari popolazioni, sia in ambito privatistico/extra Ssr. Le modalità operative del servizio saranno definite con successiva delibera. Controllo, prevenzione e collaborazione - conclude il vicepresidente di Regione Lombardia - devono continuare a rappresentare dei punti chiave nel contrasto al virus. L'obiettivo che ci proponiamo è di fare quanto prima possibile ritorno a una "vita normale" e alla ripresa delle attività quotidiane che abbiamo per troppo tempo sospese». L'attività viene imputata al capitolo attività istituzionali delle Ats e Asst per il 2021, che ha una dotazione fino a 1.197,5 milioni di euro, di cui fino a 116,7 milioni di euro destinate alle attività di prevenzione legate al Piano nazionale vaccini, tamponi Covid e screening oncologici.

Emilia-Romagna: tampone rapido e test sierologico. Ecco cosa prevede

Secondo l'accordo siglato nei giorni scorsi in Emilia-Romagna, a cominciare da oggi lunedì 1° febbraio, nelle farmacie convenzionate si potrà effettuare test antigenico rapido nasale (tampone rapido) e test sierologico al prezzo calmierato di 15 euro, senza ricetta medica: basterà prenotarsi in farmacia e presentarsi all'appuntamento, a condizione naturalmente non si abbia febbre o altra sintomatologia respiratoria, e non si siano verificati contatti recenti con persone affette da Covid-19.
Tamponi e sierologici in farmacia per tutti a prezzi calmierati - Anche i cittadini che non rientrano nei target degli aventi diritto a ricevere gratuitamente la prestazione, purché iscritti al sistema di assistenza sanitaria della Regione Emilia-Romagna, potranno effettuare nelle farmacie convenzionate, a pagamento, i tamponi rapidi, con oneri a carico dei cittadini stessi. A partire dalla stessa data, i test sierologici rapidi per la ricerca degli anticorpi anti Sars-CoV-2, eseguiti in farmacia, non saranno più a carico del Servizio sanitario regionale, ma potranno essere eseguiti a pagamento. La farmacia dovrà garantire l'applicazione di un prezzo calmierato uguale a quello già definito a carico del Servizio sanitario regionale (15 euro a test esente Iva), sia per il tampone rapido che per il sierologico, e assicurare la tracciabilità e la visibilità dei dati al medico di medicina generale del cittadino e ai Dipartimenti di sanità pubblica dell'Azienda Usl di assistenza tramite un apposito applicativo elettronico. Non sarà necessaria la ricetta medica; basterà prendere appuntamento in farmacia e presentarsi senza alcuna sintomatologia in atto. Infatti, se negli ultimi 10 giorni si sono avuti contatti stretti con persone affette da Covid-19, se si ha febbre superiore a 37,5° C o sintomatologia respiratoria, non si può effettuare il test in farmacia. Per cittadini che si trovano in queste condizioni sono attivi altri percorsi, naturalmente a carico della sanità pubblica.
Tamponi rapidi gratuiti: cresce la platea di chi ne ha diritto - In base all'accordo dello scorso dicembre, dal 21 dello stesso mese è stato possibile effettuare gratuitamente tamponi rapidi in farmacia per target identificati. In aggiunta a queste fasce della popolazione, la Giunta regionale ne ha individuate altre, e precisamente: educatori che operano nei servizi parascolastici, in centri di aggregazione giovanile, oratori, scout, ludoteche, e istruttori ed allenatori di società sportive giovanili presenti nel territorio; volontari delle associazioni del Terzo settore che assistono anziani soli o persone con disabilità; caregiver familiari che si prendono cura di anziani o di persone con disabilità.
Tampone rapido ogni 15 giorni - Alunni, studenti, personale scolastico e degli enti di formazione professionale che erogano i percorsi di Istruzione e formazione professionale (Iefp) potranno sottoporsi al tampone rapido ogni 15 giorni anziché una volta al mese: questo per garantire maggiore tutela a fronte della ripresa delle attività scolastiche in presenza.

(SZ)
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO