Sanità

lug252011

Tdm lancia lo sportello Sos ticket per orientarsi nelle Regioni

Partito lo sportello Sos ticket, l’iniziativa di Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato che darà informazioni ai pazienti sull’applicazione della compartecipazione nelle varie Regioni e Asl.

Partito lo sportello Sos ticket, l’iniziativa di Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato che darà informazioni ai pazienti sull’applicazione della compartecipazione nelle varie Regioni e Asl. «Obiettivo del servizio» fa sapere l’associazione «è anche quello di dare vita a un monitoraggio costante sull'applicazione dei ticket sui territori regionali, tramite le segnalazioni dei cittadini e la verifica degli operatori dei Progetti integrati di tutela sul territorio e dei volontari delle sedi del Tribunale per i diritti del malato. Per contattare lo sportello basta inviare una e-mail a sosticket@cittadinanzattiva.it o un fax allo 0636718333». L’iniziativa si è resa necessaria a seguito della confusione che ha accompagnato l’applicazione della misura prevista nella Manovra. Un’ultima puntata di questa vicenda riguarda il Friuli Venezia Giulia, che ieri ha confermato la partenza dei ticket su tutta la Regione, anche se di fatto ogni Asl fa da sé sulla retroattività. Trieste per esempio sta mandando per posta l’avviso di conguaglio per chi ha prenotato e pagato i ticket dopo il 17 luglio, mentre a Gorizia, Udine e Pordenone la riscossione agli sportelli è partita, senza però le procedure per richiedere i pagamenti arretrati. Sui ticket interviene anche l’assessore alla Salute, Vladimir Kosic: «Era inevitabile applicare la normativa, ma è comunque nostra intenzione cercare di rimodulare al più presto la compartecipazione». L’assessore ricorda poi che la Giunta ha deciso l'impugnazione della manovra dinanzi alla Corte Costituzionale e che mercoledì il tema sarà affrontato a Roma in un tavolo tecnico, convocato dal ministro della Salute, Ferruccio Fazio. Dopo la presa di posizione del Friuli, ad aver congelato il provvedimento sembrerebbero rimaste solo Piemonte, Veneto, Toscana, Umbria, Val d'Aosta, Trentino Alto Adige (solo per i codici bianchi), Emilia Romagna e Sardegna, mentre quasi tutte le Regioni che hanno deciso fin subito per l'applicazione lo hanno fatto in maniera retroattiva.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Garattini S., Bertelè V. Farmaci sicuri
vai al download >>

SUL BANCO