Sanità

ago242016

Terremoto, due farmacie inagibili ad Amatrice, in arrivo i camper di Fofi

Terremoto, due farmacie inagibili ad Amatrice, in arrivo i camper di Fofi
Tre farmacie inagibili, ad Arquata del Tronto sul lato ascolano dell'Appennino, ad Amatrice due sul lato reatino. Regge invece la farmacia di Accumoli proprio sull'epicentro del sisma, ma difficilmente sarà operativa a breve.

«La casa accanto è crollata e stanno lavorando per mettere in sicurezza l'area, inoltre per via del crollo è venuta a mancare la luce nell'esercizio. Invece, purtroppo, le farmacie di Amatrice, due, si trovavano in edifici del centro storico, e sono state sommerse dai detriti degli appartamenti soprastanti. Sono inagibili del tutto». A parlare è Pierluigi Cortellini, presidente dell'Ordine dei Farmacisti e di Federfarma Rieti. Cortellini ha ricevuto dalla Federazione degli Ordini dei Farmacisti l'incarico di avviare una ricognizione delle farmacie danneggiate nella zona del terremoto. In realtà il danno è molto grave ma il numero di esercizi colpiti pare limitato. «Quella del terremoto è un'area piccola. Ma era lontana già in tempi "favorevoli" almeno 40 minuti di strada da paesi più grossi e forniti. Le farmacie colpite erano e restano di importanza enorme per i cittadini. Per quanto riguarda i colleghi - continua Cortellini - posto che l'Enpaf in passato ha deliberato misure eccezionali, Federfarma ha un'assicurazione contro gli eventi catastrofici per tutti gli iscritti. Stamattina sono stato contattato dal Presidente Annarosa Racca che mi ha detto di aver attivato le procedure perché i colleghi possano fruire della copertura».

La vera urgenza sono comunque i cittadini. Al di là dei feriti del terremoto, trasportati negli ospedali, al resto della popolazione, che in molti casi è rimasto fuori casa «occorre dare una continuità alla distribuzione dei farmaci nelle fasi immediatamente successive al sisma. Il Presidente Fofi Andrea Mandelli ha messo a disposizione due camper che sono in "transito" per la Salaria, ma per entrare ad Amatrice hanno bisogno del placet della Protezione Civile. Altre strade d'accesso - ricorda Cortellini - non ce ne sono perché il terremoto ha danneggiato dei ponti, di sicuro tutti gli accessi da Sud, dal Reatino. In ogni caso contiamo di attivare i due camper entro 24-48 ore. Per i tempi successivi, passata la fase di emergenza, la Cooperativa Farmacentro di Perugia ci ha messo a disposizione due container attrezzati come farmacie. Di qui a qualche giorno dovremmo averli operativi».

Mauro Miserendino
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO