Sanità

set142021

Terza dose vaccini, Figliuolo: si comincia il 20 settembre. Farmacie coinvolte in Lazio e Lombardia

Terza dose vaccini, Figliuolo: si comincia il 20 settembre. Farmacie coinvolte in Lazio e Lombardia

Per la somministrazione della terza dose alcune regioni come Lombardia e Lazio hanno definito le modalità che prevendono il coinvolgimento delle farmacie

La somministrazione della terza dose, addizionale e booster, inizierà il 20 settembre a cominciare dai soggetti immunocompromessi, e alcune regioni come Lombardia e Lazio hanno definito le modalità che prevendono il coinvolgimento anche delle farmacie.

Figliuolo: si parte dai soggetti immunocompromessi

Nei giorni scorsi, il commissario straordinario all'emergenza sanitaria, Francesco Paolo Figliuolo ha annunciato che l'avvio della somministrazione di dosi addizionali e di dosi "booster" a determinate categorie, maggiormente esposte o a maggior rischio di malattia grave avverranno dal 20 settembre a partire dai soggetti immunocompromessi: «È in corso da parte del ministero della Salute un confronto con i tecnici delle Regioni - ha precisato - per la puntuale definizione della popolazione target. Saranno di conseguenza aggiornati i sistemi informatici per l'avvio delle somministrazioni su tutto il territorio nazionale. Verranno dunque rese disponibili dosi addizionali di vaccino a m-RNA (Biontech/Pfizer e Moderna) per l'avvio delle somministrazioni».

Farmacie coinvolte in Lazio e Lombardia

La Regione Lazio ha già individuato il ruolo delle farmacie nello specifico per la prenotazione terza dose per over 80. Lo ha anticipato l'assessore alla Sanità D'Amato ospite di "Radio Anch'io" su Rai Radio Uno: «Trapiantati e immunodepressi verranno contattati dalle strutture dove sono in carico mentre, quando successivamente sarà aperta anche agli over 80, come sembra che sia, queste persone avranno la stessa metodologia per le prime due dosi, con la novità che potranno prenotarsi, nel Lazio, anche in farmacia». In regione sono circa 5mila i trapiantati di organo solido: li stanno «contattando uno per uno e si stanno calendarizzando gli appuntamenti che partiranno appena sarà disponibile il nuovo consenso informato e la circolare». Stesso schema d'azione in Lombardia: "Si inizierà dai pazienti trapiantati di organo solido e di cellule staminali ematopoietiche - si legge in una nota della Regione - e si proseguirà con le altre categorie di pazienti immunocompromessi, come i pazienti in chemioterapia. In attesa della puntuale definizione della popolazione target da parte del ministero della Salute, l'Unità di crisi di Regione Lombardia ha già definito le attività e le priorità per l'elaborazione del piano operativo per la somministrazione di dosi addizionali e dosi booster. Tale piano, dopo la condivisione con le Ats, le Asst e le rappresentanze dei medici di medicina generale, dei pediatri di libera scelta, delle farmacie - conclude la nota - sarà presentato ufficialmente la prossima settimana in conferenza stampa".

Farmacie di Napoli: pronti per la terza fiala di vaccino

«In pochi mesi abbiamo somministrato quasi 20mila dosi - ha dichiarato sulla stampa locale Riccardo Iorio, presidente di Federfarma Napoli - ma se partiamo con le terze fiale, posso assicurarvi che si tratta di un dato destinato a raddoppiare, addirittura a triplicare, entro Natale». E con riferimento agli hub vaccinali ha aggiunto: «Hanno un costo enorme e dovranno essere chiusi: - aggiunge Iorio - noi rappresentiamo un'alternativa valida e concreta. D'altronde siamo il primo front office su tutto il territorio di Napoli e provincia». «Le fiale non mancano - ha precisato il presidente dell'Ordine dei farmacisti, Vincenzo Santagada - le Asl ormai sono in grado di soddisfare tutte le nostre richieste. Dunque: siamo pronti ad affrontare le terze dosi in assoluta serenità».
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO