Sanità

ott52016

Test Farmacia, a Padova stessa data di Medicina. Così si ferma l'esodo

Test Farmacia, a Padova stessa data di medicina. Così si ferma l’esodo
La facoltà di Farmacia non deve diventare un "parcheggio" provvisorio per gli studenti che hanno fallito il test di medicina e intendono ritentarlo l'anno successivo dopo aver sostenuto alcuni esami comuni. Andrebbe a evitare questa prassi molto diffusa tra gli studenti la decisione dell'Università di Padova di far coincidere la data dei test di accesso alle due facoltà, il 6 settembre alle ore 11. A sollevare la questione una protesta dell'Udu, l'Unione degli universitari che, per voce della coordinatrice nazionale Elisa Marchetti, sottolinea come si tratti di «un atto grave perché penalizza la libertà di poter accedere ai test. Ufficialmente l'ateneo padovano non entra nella polemica precisando come «la data del test in farmacia è stata fissata con delibera del Consiglio del corso di laurea a ciclo unico in Farmacia, sentito il parere di tutte le parti coinvolte, compresa la scuola di Medicina e chirurgia, mentre la data del test in Medicina è stata decisa a livello nazionale dal Miur».

In pratica in assenza di una normativa ufficiale che disciplini le ammissioni e stabilisca che i test non possano cadere nello stesso giorno, il singolo ateneo può decidere come crede. Ma il vero obiettivo dell'Università di Padova sarebbe quello di evitare l'esodo di studenti nel secondo anno, fenomeno molto comune, che oltre a far impennare il tasso di abbandono condiziona pesantemente la ripartizione dei fondi statali destinati all'ateneo. Ma l'Udu non ci basta e minaccia «terremo alta l'attenzione e cercheremo di avviare una battaglia politica, anche se casi simili negli atenei italiani finora restano fortunatamente isolati».


Marco Malagutti
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO