Sanità

giu252013

Test Osas in farmacia: positiva la sperimentazione bolognese

tracciato ECG

Il primo passo verso la diagnosi di apnee ostruttive del sonno (Osas), a Bologna, si fa in farmacia e gli utenti l’hanno molto gradito: al termine dell’iniziativa sperimentale, infatti, il giudizio espresso a Federfarma dalla prima decina di pazienti che si è sototposta al test è di assoluto gradimento perchè il test, distribuito in molte farmacie cittadine, è di semplice esecuzione e comprensione. L’iniziativa è nata da un’azione congiunta di Aipas (Associazione italiana pazienti apnee del sonno - Onlus) insieme a circa 15 farmacie comunali e private, ai centri del sonno del Sant'Orsola Malpighi e al Laboratorio del sonno del Bellaria; un sistema integrato per risolvere il problema. Andare in apnea durante il sonno, fino a 400 volte per notte, è una condizione che colpisce il 4% della popolazione, con conseguenze anche gravi come ipertensione, rischio cardiaco e cerebrale. Eppure la malattia è sotto-diagnosticata ed è scarsamente conosciuta dalla stessa classe medica. «La sanità sta cambiando» dice Gian Matteo Paulin, vice presidente di Federfarma Bologna «diminuisce la distanza fra la conoscenza medica e il paziente, i canali non sono più gli stessi, Internet la fa da padrone e il problema diviene la sicurezza delle fonti alle quali accede il paziente. La farmacia può recitare un ruolo maggiore nella salute e nella sicurezza del paziente? Secondo noi sì. La farmacia può affiancare il medico di medicina generale nella cura del paziente ed essere il facile presidio sanitario al quale accedere con sicurezza per risolvere problematiche talvolta anche complesse come quelle delle Osas».


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO