Sanità

apr262012

Toscana, approvata proposta di legge su cannabinoidi

Garantire ai cittadini residenti in Toscana l'accesso ai farmaci cannabinoidi per combattere il dolore, nelle cure palliative e anche in altri tipi di terapie

Garantire ai cittadini residenti in Toscana l'accesso ai farmaci cannabinoidi per combattere il dolore, nelle cure palliative e anche in altri tipi di terapie. È questo l'obiettivo contenuto in una proposta di legge regionale che è stata licenziata due giorni fa a maggioranza dalla commissione sanità del Consiglio regionale della Toscana, presieduta da Marco Remaschi (Pd), con il voto contrario di Pdl e Udc. L'atto, spiega una nota stampa, unifica due diverse proposte di legge e vede come primi firmatari Enzo Brogi (Pd) e Monica Sgherri (capogruppo Fds-Verdi), insieme, tra gli altri, a Pieraldo Ciucchi (Gruppo misto). L'atto sarà discusso in aula nella seduta del 2 maggio, per l'approvazione finale. Un «segnale importante di apertura e civiltà» sostiene Remaschi, che magari potrebbe essere accompagnato, in sede di approvazione in aula, da un ordine del giorno della commissione che impegna la Giunta regionale a svolgere un'azione forte nei confronti del ministero. In quest'ottica Stefano Mugnai (Pdl), ha spiegato che l'azione dovrebbe essere quella di chiedere al ministero della Sanità di valutare se tali farmaci siano o meno da inserire nel tabellario farmaceutico e ha aggiunto: «siamo di fronte a una legge bandiera». Per Marco Carraresi (Udc) «è una legge manifesto con risultati pratici pari allo zero e dove l'aspetto scientifico è pressoché ignorato».


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Ansel - Principi di calcolo farmaceutico
vai al download >>

SUL BANCO