farmaci

ott142011

Traffico di principi attivi contraffatti più proficuo della droga

Da un’indagine condotta dai Nas emerge che «un principio attivo prodotto in Europa è passato, spesso su rotte asiatiche, per 17 Stati ed almeno cinque società di comodo». Lo ha spiegato il generale Cosimo Piccinno in occasione del forum Aschimfarma, auspicando che Carabinieri per la tutela della Salute «siano messi in grado di lavorare a livello internazionale. Servono più preparazione tecnica e maggiore capacità d'intervento». «Si devono fare all'interno dei Nas» ha precisato Piccinno «degli ispettori Gmp (Good manufacturing practice) perché per il controllo dei principi attivi ci vuole una esperienza specifica e pluriennale. Vogliamo dare un appoggio all'Aifa, che è centrale, con i nostri 33 nuclei sul territorio». Per quanto riguarda i controlli ispettivi ha detto ancora il generale «dopo i narcotest occorre introdurre dei test specifici per i principi attivi anche perché sembrerebbe che un euro investito nel traffico illegale della cocaina frutti 60 euro, mentre vale 2.500 volte in più se investito nella contraffazione dei principi attivi». Piccinno ha detto, infine, di guardare all'importante data del 28 ottobre, quando 47 Stati del Consiglio d'Europa firmeranno una convenzione che porterà a rendere perseguibile l'alterazione dei principi attivi.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Garattini S., Bertelè V. Farmaci sicuri
vai al download >>

SUL BANCO