farmaci

ott102018

Tumore seno metastatico, ok Ema a nuova terapia

Tumore seno metastatico, ok Ema a nuova terapia
Il tumore al seno in stadio avanzato o metastatico uno dei più difficili da trattare, può diventare una malattia cronica grazie anche a un nuovo farmaco, Abemaciclib, appena approvato dall'agenzia europea per farmaci (Ema). Lo afferma Lilly, l'azienda produttrice, in un comunicato. La terapia è stata approvata per l'utilizzo nelle donne con carcinoma mammario sensibile agli ormoni in stadio localmente avanzato non operabile o metastatico e per le pazienti in cui la malattia progredisce perché diventa resistente alla terapia ormonale, e ha dimostrato di poter raddoppiare la sopravvivenza libera da progressione di malattia.

«Abemaciclib - spiega la nota -, grazie alla sua estrema selettività e al differente profilo di sicurezza, è l'unico inibitore di CDK4&6 che può essere somministrato in continuo, inibendo costantemente lo stimolo neoplastico alla proliferazione cellulare. «Abemaciclib è il terzo farmaco della classe degli inibitori delle CDK 4&6 a essere approvato dall'Ema - spiega Pierfranco Conte, professore di oncologia medica all'Università di Padova e Direttore della divisione di oncologia medica 2, all'Istituto Oncologico Veneto.- Le CDK sono proteine che regolano la divisione e quindi la proliferazione cellulare, soprattutto in alcuni tumori. In particolare, l'inibizione selettiva di tali proteine a livello delle cellule tumorali rappresenta un obiettivo importante per il controllo della crescita tumorale. 'Bloccare' le Cdk significa infatti ridurre la progressione tumorale, rallentando o ritardando la divisione delle cellule neoplastiche».
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Schramm - La farmacia online
vai al download >>

SUL BANCO