Sanità

ott72016

Tutte le pillole anticoncezionali in fascia C, medici contrari

Tutte le pillole anticoncezionali in fascia C, medici contrari
Una campagna di protesta e informazione negli studi dei medici di famiglia contro la decisione dello scorso luglio di inserire le pillole anticoncezionali nella fascia C. A lanciarla il Sindacato dei medici italiani, Smi, che in una nota firmata dal segretario generale Pina Onotri sottolinea come si tratti di una «scelta quanto meno strana considerando che la fecondazione assistita rientra oggi, nei Lea, per consentire alla donna di realizzare il suo desiderio di maternità e nel contempo le si impedisce di fare una contraccezione consapevole, anche per chi non può permettersi di pagare di tasca propria». Per Onotri «pare di fare un passo indietro nella nostra storia recente che ha visto molte battaglie in favore della maternità consapevole e della salute della donna. In alcuni contesti più disagiati, dal punto di vista socio-economico, si toglie la possibilità ai medici di fare oltre che opportuna informazione, anche prevenzione». «Dopo la bufera per il Fertility Day» conclude Onotri «per il messaggio che ha veicolato, c'è oggi un revisionismo storico rispetto a quelle che sono le più importanti conquiste delle donne. Crediamo che siano ben altri i problemi della sanità e ben altri gli sprechi da abbattere, invece di far ricadere, soprattutto sulle adolescenti, il costo della pillola anticoncezionale. Faremo dei nostri studi, un luogo di informazione, protesta e prevenzione contro questa decisione».

Marco Malagutti
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Ascioti - Reparto dermocosmetico - Guida al cross-selling
vai al download >>

SUL BANCO