Sanità

gen172014

Uk, gestione cronici: occasione per allineare incentivi a Gp e farmacie

farmacista con anziana

Nel Regno Unito i farmacisti di comunità chiedono un maggior coinvolgimento nella discussione aperta sugli incentivi finanziari del nuovo contratto della medicina primaria. La consultazione pubblica sulle proposte di nuovi indicatori clinici per la gestione delle malattie croniche da parte del General practitioner (Gp) apre un’opportunità di allineare gli incentivi dei Gp e delle farmacie di comunità. In questi termini si è espresso Alastair Buxton a capo dei servizi del Nhs (National health service) del Comitato di negoziazione dei Servizi farmaceutici (Pharmaceutical services negotiating committee - Psnc) approfittando della proposta del National institute for health and care excellence (Nice) che raccomanda di inserire 10 nuovi indicatori nel Quality e outcomes framework (Qof), lo schema introdotto nel 2004 come parte del contratto di servizi di medicina generale che premia i Gp che più si prendono cura dei pazienti, secondo indicatori di qualità ed esiti previsti dal contratto. In previsione del prossimo rinnovo contrattuale il Nice ha proposto sei nuovi indicatori che riguardano la gestione dell’ipertensione, uno incentrato sulla cura delle persone con diabete, un altro riferito alle politerapie e alla revisione delle terapie in corso, e ha aperto le consultazioni pubbliche su questi temi. «Il Psnc ritiene che l'allineamento degli incentivi per medici e farmacie sia il modo migliore per garantire che i due professionisti lavorino insieme» ha detto Buxton «e si augura che questo possa realizzarsi nel Nhs riformato, ora che abbiamo una organizzazione che supervisiona gli schemi contrattuali per entrambe le professioni. I nuovi indicatori Qof sono un settore in cui questo può accadere - le farmacie hanno molto da offrire per sostenere l’azione del Gp nell’aiutare i pazienti in terapie a lungo termine, come l'insulina, a gestire al meglio i loro farmaci, e di conseguenza la loro malattia. Questo è qualcosa che continueremo a mettere in evidenza al Nhs inglese e agli altri». D’accordo anche Rob Darracott, amministratore delegato di Pharma Voice che ha detto «Noi normalmente, come associazione di categoria, non rispondiamo alle consultazioni del Nice, ma penso che questo caso sia un po' diverso». E ha aggiunto che Pharmacy Voice intende puntualizzare come i Qof del Gp non possano essere isolati da un sistema sanitario più ampio. «Il contratto delle farmacie di comunità e il contratto dei Gp hanno al loro interno elementi che sembrano sovrapporsi, ma non c'è un impegno reale a pensare a come potrebbero interagire o essere allineati, per ottenere risultati migliori per i pazienti». (E.L.)


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO