Galenica

ott262018

Unguenti balsamici efficaci per la tosse, utili anche per l'onicomicosi

Gli olii essenziali possono essere efficaci nel trattamento delle affezioni del tratto respiratorio superiore. Per veicolarli una formulazione classica può essere l’unguento

Unguenti balsamici efficaci per la tosse, utili anche per l’onicomicosi
Gli olii essenziali possono essere efficaci nel trattamento delle affezioni del tratto respiratorio superiore. Per veicolarli una formulazione classica può essere l'unguento. Tra le essenze più utilizzate in tal senso ricordiamo quella di pino e di eucalipto, due piante con olii essenziali ad azione espettorante, in grado quindi di stimolare le ghiandole sierose bronchiali, bloccando contestualmente le cellule mucose ghiandolari. Riducono, inoltre, la tensione superficiale del muco e favoriscono l'escrezione dello stesso attivando la motilità ciliare.
Tali attività dipendono però dalla dose: dosi basse stimolano l'attività delle ghiandole bronchiali, dosi alte le inibiscono. Stesso effetto si verifica sulle cilia.

L'efficacia dell'applicazione di unguenti al centro del petto, permette l'assunzione dell'olio essenziale sia attraverso la cute (in quella zona infatti non è particolarmente spessa), sia l'inalazione degli stessi.
Non sono solo specialità medicinali quelle che si possono utilizzare, infatti la FUI XII consente di preparare un unguento a base di eucalipto e pino senza la necessità di ricetta medica.

Esempio formulativo: Eucalipto e pino silvestre unguento FUI XII
Materiali: bagnomaria, spatola, bilancia, becher
Eucalipto essenza 8g
Pino silvestre essenza 10g
Paraffina solida 24g
Vaselina bianca 58g
Fondere le paraffine a bagnomaria e lasciarle raffreddare. A parte pesare le due essenze nei becher. Appena prima del punto di solidificazione (circa 40°C), aggiungere le essenze e miscelare.
Questo unguento può avere scadenza fino a 6 mesi, in quanto privo d'acqua.
In quanto olii essenziali va comunque prestata attenzione alla somministrazione sotto I due anni di età e a donne in gravidanza.

Trattare le onicomicosi
Se poi non si vogliono utilizzare gli olii essenziali per il raffreddore, esiste un'altra destinazione d'uso altrettanto utile. Questa formula può essere impiegata come valido trattamento per le onicomicosi. È quanto affermano alcuni articoli apparsi su J Assoc Nurses AIDS Car e J Am Board Fam Med. In entrambi gli studi, veniva utilizzato un Famoso unguento balsamico per trattare casi di onicomicosi anche a pazienti con HIV.

I partecipanti, pochi per la verità, hanno applicato l'unguento sulle unghie infettate e sono stati valutati ogni 4 settimane per 1 anno. Al temine del trattamento, oltre il 75% dei pazienti aveva riportato una guarigione complete o un netto miglioramento con pochi o nulli effetti collaterali e un grado di soddisfazione elevato...e in più si riducevano anche i sintomi del raffreddore!

Luca Guizzon

Fonti:
Chest.2009 Jan;135(1):143-148. doi: 10.1378/chest.08-0095.
J Assoc Nurses AIDS Care.2016 Jan-Feb;27(1):109-13. doi: 10.1016/j.jana.2015.10.004. Epub 2015 Oct 30.
J Am Board Fam Med.2011 Jan-Feb;24(1):69-74. doi: 10.3122/jabfm.2011.01.100124


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Frongia - Casettari -Il galenista e il laboratorio
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO