farmaci

giu302011

Usa e Uk rivedono scelte su due terapie antitumorali

Due importanti decisioni regolatorie hanno interessato, in questi giorni, l’ambito delle terapie oncologiche. La prima riguarda il National institute for health and clinical excellence (Nice) che ha raccomandato la non rimborsabilità di erlotinib come terapia di mantenimento per pazienti con tumore polmonare non a piccole cellule che abbiano già ricevuto la terapia per stabilizzare la patologia. Il farmaco è già raccomandato come trattamento di seconda linea e secondo il Nice «c’è troppa incertezza sulla dimensione del vantaggio in termini di allungamento della sopravvivenza». La Commissione consultiva per i farmaci oncologici della Fda (Oncologic drugs advisory committee - Odac), poi, si è espressa a favore di un ritiro dell’approvazione per l’utilizzo di bevacizumab in associazione alla chemioterapia con paclitaxel per il trattamento del tumore al seno metastatico Her2 negativo precedentemente non trattato nelle pazienti americane. Attualmente bevacizumab in associazione a paclitaxel rimane approvato per le pazienti con tumore al seno metastatico e la decisione finale spetterà al Commissioner della Fda, che non ha ancora reso noto quando questo avverrà. Intanto, la Commissione europea ha appena esteso l’indicazione per l’utilizzo dello stesso bevacizumab per il trattamento del tumore al seno metastatico includendo la possibilità della combinazione del biologico anche con capecitabina, oltre che con paclitaxel, come già approvato di recente.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO