farmaci

mag262021

Vaccini anti-Covid e pillola. Ginecologi: nessun motivo per sospenderla. Rischi trombotici di natura diversa

Vaccini anti-Covid e pillola. Ginecologi: nessun motivo per sospenderla. Rischi trombotici di natura diversa

Agoi: non c'è nessuna indicazione sulla sospensione della contraccezione ormonale nelle donne che si sottopongono a vaccinazione anti-Covid

Non c'è nessuna indicazione, né consiglio da parte di nessuna associazione medica, nessuna società scientifica e nessun ente di sanità pubblica, sulla sospensione della contraccezione ormonale nelle donne in concomitanza con la vaccinazione anti Covid-19. La precisazione arriva dall'Associazione degli ostetrici e ginecologi ospedalieri italiani (Aogoi) che interviene così nel dibattito sui rischi di complicanze chiarendo che si tratta complicanze trombotiche di diversa natura.

Preoccupazione nelle donne che assumono un contraccettivo

I casi di complicanze tromboemboliche che hanno interessato un numero limitatissimo di persone su alcuni milioni di soggetti vaccinati con due tipi di vaccino (Astrazeneca e J&J), spiega l'Aogoi in una nota, hanno determinato una "conseguente preoccupazione nelle donne che assumono un contraccettivo estroprogestinico". Gli esperti dell'Associazione spiegano che "il rischio di base di una complicanza tromboembolica nella popolazione femminile generale è di 2 su 10.000 e diventa circa 5 su 10.000 nelle donne che assumono la pillola estroprogestinica con una leggera variabilità in base al tipo di ormone contenuto. Ovviamente si tratta di un rischio significativamente inferiore a quello che si corre in gravidanza (circa 10 volte di più rispetto alla pillola) e dopo un intervento chirurgico o una immobilizzazione di un arto per frattura oltre a tutta una serie di altri fattori di rischio, tra i quali l'obesità e il fumo". E precisano che "la complicanza trombotica venosa eccezionalmente associata all'assunzione di estroprogestinici spesso legata a fattori di rischio concomitanti e sottovalutati, interessa gli arti inferiori e ancora più raramente può coinvolgere i polmoni". Si tratta di eventi gravi ma comunque curabili con farmaci anticoagulanti. Per quanto riguarda la trombosi che "sembra invece essere associata ad alcuni vaccini anti Covid 19 interessa i seni venosi cerebrali e si ritiene possa essere una risposta immunitaria anomala contro le piastrine e quindi non trattabile con i comuni anticoagulanti. Si tratta pertanto di due complicanze trombotiche seppur eccezionali di natura completamente diversa. Per questo motivo nessuna associazione medica, nessuna società scientifica e nessun ente di sanità pubblica consiglia oggi la sospensione della contraccezione ormonale nelle donne in concomitanza con la vaccinazione anti Covid 19".
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO