Sanità

feb182021

Vaccini anti-Covid. In Liguria over-80 prenotano in farmacia. Farmacisti: siamo pronti ma restano criticità

Vaccini anti-Covid. In Liguria over-80 prenotano in farmacia. Farmacisti: siamo pronti ma restano criticità

Dal 18 febbraio nelle farmacie liguri che effettuano servizio di prenotazione Cup sarà possibile prenotare le vaccinazioni anti-Covid per gli aventi diritto, anche per conto di altri soggetti

Da oggi, giovedì 18 febbraio, nelle farmacie liguri che effettuano servizio di prenotazione Cup sarà possibile prenotare le vaccinazioni anti-Covid, per gli aventi diritto. È stata formalizzata in Regione Liguria alla presenza del presidente Giovanni Toti, l'intesa definita lo scorso 5 febbraio fra i vertici di Alisa, con il commissario straordinario Francesco Quaglia, il sub commissario e responsabile della prevenzione Filippo Ansaldi e il direttore della struttura complessa politiche del farmaco Barbara Rebesco e l'Unione Ligure delle associazioni titolari di farmacia rappresentata dalla presidente Elisabetta Borachia, dal vicepresidente Giuseppe Castello, dal segretario Francesco Turrin e dalla direttrice Francesca Massa. L'accordo è stato sottoscritto anche da Assofarm, l'associazione delle farmacie pubbliche.

Borachia (Federfarma Liguria): rendiamo un ulteriore servizio alla cittadinanza

Per effettuare la prenotazione della vaccinazione i cittadini ultraottantenni possono recarsi nelle farmacie muniti di tessera sanitaria e di un numero di telefono cellulare: al cittadino verrà rilasciato un foglio riepilogativo contenente i riferimenti della prenotazione (giorno, orario e luogo). Sarà possibile prenotare anche per conto di altri soggetti portando con sé in farmacia la tessera sanitaria della persona da vaccinare, sempre indicando un numero di telefono cellulare. Il servizio di prenotazione sarà gratuito. «Ringrazio i farmacisti per essere qui, che hanno collaborato in tutta questa lunghissima pandemia e sono compagni di strada consolidati - ha dichiarato il presidente di Regione Liguria Toti -. L'accordo che abbiamo siglato con i farmacisti vuole moltiplicare il sistema di prenotazione e in questo senso le farmacie svolgeranno un'importante attività di supporto ai canali già attivati e anche di supporto logistico ai medici di medicina generale per la distribuzione e somministrazione dei vaccini, assicurando la migliore conservazione del prodotto. A questo accordo si andrà infatti ad aggiungere anche quello con i medici di medicina generale che è in fase di perfezionamento e consentirà di affrontare al meglio l'attuale fase vaccinale».
Soddisfazione per l'accordo da parte delle farmacie: «Siamo molto contenti dell'accordo raggiunto con Alisa e Regione Liguria, con cui abbiamo lavorato proficuamente - dichiara Elisabetta Borachia presidente dei titolari di farmacia -. Le farmacie svolgeranno il proprio ruolo con professionalità, liete di rendere un ulteriore servizio alla cittadinanza anche in questa battaglia fondamentale. Il concetto di farmacia come centro per molti servizi essenziali ha trovato un'altra applicazione concreta, a conferma dell'importanza del nostro ruolo sul territorio regionale, che copriamo capillarmente».

I titolari: pronti anche per vaccinare dove ci sono gli spazi idonei

Positivi anche i commenti dei titolari, raccolti dalla stampa locale, in particolare sulle procedure: «Inserendo il codice fiscale della persona e poi seguendo una serie di passaggi molto semplice si attiva la prenotazione - spiega una titolare di farmacia di Genova -. Si può scegliere il punto vaccini tra quelli disponibili, dal San Martino al Galliera, da Rossiglione a Pontedecimo. La prenotazione del richiamo è automatica, dopo 20 giorni, nella stessa sede. Nei giorni scorsi abbiamo avuto tantissime richieste di informazioni e ci aspettiamo una partenza molto forte». «Ci aspettiamo un notevole flusso - proseguono i commenti - perché è stata fatta, giustamente, molta pubblicità. Direi che le persone sono pronte e lo siamo anche noi». Il test dei primi tre giorni di prenotazioni tramite web e call center è stato positivo: «La situazione è sotto controllo e non ci sono stati intoppi». Molte farmacie liguri si erano offerte anche come sede vaccinale: «Gli spazi sono limitati ma la disponibilità c'è».

Restano aperte le criticità: farmacisti non vaccinati

A sottolineare le criticità nonostante l'avvio è l'Ordine dei farmacisti: i professionisti si ritroveranno nella posizione di prenotare i vaccini per gli over 80, ma senza essere stati ancora vaccinati in prima persona. «Siamo pronti, pur non essendo vaccinati - sottolinea Giovanni Zorgno, presidente dell'Ordine di Savona - Lo facciamo fedeli al giuramento di assistere sempre i cittadini, non certo per le istituzioni che non hanno dimostrato in pandemia rispetto per la nostra professione, dalle mascherine alle vaccinazioni. Non abbiamo ancora ricevuto il calendario per essere vaccinati, pur avendo già dato i nomi e la disponibilità a programmare noi i turni. Chiediamo rispetto, di essere trattati nella medesima maniera degli altri operatori sanitari già vaccinati»
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO