Sanità

feb192021

Vaccini anti-Covid, Nas: stretta su mercato illegale. Siti oscurati e indagini su presunte forniture in deroga

Vaccini anti-Covid, Nas: stretta su mercato illegale. Siti oscurati e indagini su presunte forniture in deroga

Prosegue l'attività dei Nas nel monitoraggio dell'offerta sul web di vendita illegale di medicinali con l'oscuramento di quattro siti che proponevano vaccini per il Covid-19

Prosegue l'attività dei Nas nel monitoraggio dell'offerta sul web di vendita illegale di medicinali con l'oscuramento di 4 siti che proponevano "7 asseriti vaccini per il Covid-19" nonché farmaci di origine cinese sempre per la terapia del Covid, ma si estende anche al territorio con un'indagine avviata a Perugia su un tentativo di truffa per la vendita alla Regione Umbria l'acquisto di vaccini anti Covid-19 per conto di Astrazaneca. Queste le recenti operazioni con cui i carabinieri del Nas proseguono le attività connesse all'emergenza sanitaria dell'epidemia di Covid-19.

Cybercrime: oscurati 4 siti di vendita su territorio nazionale

Nell'ambito di una mirata operazione di vigilanza telematica contro il cybercrime farmaceutico, condotta di concerto con il Ministero della Salute, i militari della Sezione analisi del Reparto operativo del Comando Carabinieri per la Tutela della Salute hanno dato esecuzione a quatto provvedimenti d'inibizione all'accesso, cioè di "oscuramento", emessi dalla Direzione generale dei dispositivi medici e del servizio farmaceutico del Dicastero, nei confronti di altrettanti siti web collocati su server esteri e con riferimenti di gestori non individuabili, sui quali venivano effettuate la pubblicità e l'offerta in vendita, anche in lingua italiana, di svariate tipologie di medicinali. Nella "vetrina virtuale" di uno di questi siti, strutturato in modo simile a una piattaforma di e-commerce, oltre a essere promosse e pubblicizzate svariate tipologie di beni prodotti e/o distribuiti da terzi, tra cui anche molti afferenti al settore sanitario, favorendo dunque l'incontro tra domanda e offerta, erano presentati anche 7 asseriti vaccini per il Covid-19 potenzialmente acquistabili anche da utenti connessi dal territorio nazionale. Gli altri 3 siti individuati, invece, presentavano un medicinale di origine cinese vantante asserite proprietà terapeutiche del Covid-19, risultato essere, a seguito di parere dell'Aifa, sprovvisto di autorizzazione all'immissione in commercio. Resta pertanto alta, nel particolare contesto emergenziale, l'attenzione dei Nas rispetto al fenomeno dell'offerta in vendita on line di medicinali, rinnovando dunque l'invito ai cittadini ad attenersi solo alle indicazioni fornite dagli Organi ufficialmente preposti, consultando i relativi siti istituzionali e diffidando della presenza di offerte sul web di farmaci non autorizzati.

Truffa a Regioni: tentativo di vendita vaccini in deroga agli accordi

È invece in corso l'indagine su un tentativo di truffa posto in essere da un 40enne incensurato, originario della provincia di Messina, che a gennaio scorso - accreditandosi falsamente come intermediario per conto di Astrazaneca Internazionale - ha proposto alla Regione Umbria l'acquisto di vaccini anti-Covid-19. La Procura della Repubblica di Perugia ha incaricato il Nas umbro di acquisire presso la struttura commissariale guidata da Arcuri e presso l'Aifa, la documentazione utile al fine di accertare le modalità di approvvigionamento dei vaccini, il quadro normativo-contrattuale vigente a livello nazionale ed europeo, le modalità e i criteri per la distribuzione tra regioni, nonché se risultino regioni italiane che abbiano inoltrato istanze ai fini dell'approvvigionamento diretto. Analoga attività verrà svolta presso la sede della Regione Veneto per accertare i presunti proponenti di forniture di vaccino in deroga agli accordi con le Autorità centrali.
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO