Sanità

ago262020

Vaccini antinfluenzali, Federfarma: rischio carenza in farmacia

Produzione industriale assorbita dalle amministrazioni regionali. Cossolo: fondamentale il contributo della rete farmacie

Vaccini antinfluenzali, Federfarma: rischio carenza in farmacia
«Federfarma ha riscontrato la sostanziale impossibilità, da parte delle case farmaceutiche, di cedere alle farmacie dosi vaccinali, perché la produzione è stata assorbita dalle richieste avanzate dalle Amministrazioni regionali, i cui acquisti hanno fatto registrare un incremento medio del 43% circa, con picchi anche superiori al 100%, rispetto alle acquisizioni della pregressa stagione 2019-2020.». Il sindacato titolari lancia l'allarme: è a rischio la consueta dispensazione sul territorio dei vaccini, 800.000 mila dosi nella stagione 2019-2020.
Il presidente Marco Cossolo ricorda che «le farmacie sono pronte a distribuire i vaccini messi a disposizione dal Ssn secondo termini e modalità da stabilire, anche per conto delle Amministrazioni regionali che vorranno renderli disponibili». Ma, «in assenza di un canale capillarmente diffuso e facilmente raggiungibile da tutti, qual è la farmacia, molti cittadini, appartenenti soprattutto alla fascia attiva della popolazione e quindi sottoposti a un maggior rischio di contagio, si troverebbero nell'impossibilità di vaccinarsi».
In prospettiva, Cossolo invoca anche «l'adozione di un provvedimento legislativo che abiliti espressamente il farmacista a inoculare i vaccini, come del resto già avviene in molti Paesi dell'Unione Europea, anche nell'ottica di future campagne vaccinali anti-Covid. Peraltro, molte farmacie sono anche strutturate per consentire, presso i propri locali, la somministrazione del vaccino da parte di un infermiere».

discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO