Sanità

lug202017

Vaccini, ok al decreto mette d'accordo Governo e Regioni. Lorenzin: al sicuro la salute dei bambini

Vaccini, ok al decreto mette d’accordo Governo e Regioni. Lorenzin: al sicuro la salute dei bambini
«Oggi l'Italia ha reintrodotto ufficialmente l'obbligatorietà vaccinale con un lungo dibattito in Senato su un decreto su cui non è stata posta la fiducia e su cui abbiamo avuto un larghissimo voto di maggioranza» così il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin commenta a caldo l'approvazione in Senato del decreto che rende obbligatori i vaccini per iscriversi a scuola «quindi è stato dato un grande voto trasversale di consenso a questo decreto, che significa un messaggio molto chiaro agli italiani: bisogna ritornare a vaccinarsi per mettere in sicurezza la collettività e i nostri bambini». «Abbiamo dato anche una grande risposta rispetto ad un'epidemia in atto come quella del morbillo- prosegue Lorenzin- che in questo momento nel nostro Paese conta 3.672 casi notificati e purtroppo abbiamo avuto già tre decessi. Credo che con questo decreto verrà fatto un grande sforzo insieme al mondo della scuola, agli operatori sanitari, ai pediatri e ai medici di medicina generale per informare e formare le famiglie e i genitori». È anche Paolo Gentiloni, ad annunciare da subito su twitter, l'approvazione del decreto vaccini definendolo «un passo avanti per la tutela della salute degli italiani». Soddisfazione arriva anche dalla presidente della commissione Sanità del Senato, Emilia Grazia De Biasi. «Siamo noi a dire ai No Vax - precisa - 'giù le mani da tutti i bambini di tutte le famiglie, non solo di quelle che protestano'. E vigileremo sull'informazione, sulla formazione, sui controlli e sull'attuazione, con le linee guida che saranno fatte dai ministeri competenti». Comunque, ha proseguito, «i vaccini sono sicuri. I dati dell'agenzia italiana del farmaco (Aifa) sono molto chiari: nessuno dei decessi segnalati nel biennio e che si sono verificati in relazione temporale con una vaccinazione sono risultati correlati al vaccino sospettato. I vaccini vanno fatti e vanno fatti nella prima fase della vita». Ma anche dal fronte farmacie arrivano i primi commenti. «Sarebbe stato meglio un ddl che un decreto, ma molte criticità sono state superate. Adesso si passi da cultura dell'obbligo e cultura della consapevolezza attraverso una crociata di informazione» ha affermato il senatore Luigi d'Ambrosio Lettieri motivando il voto favorevole dei fittiani di Direzione Italia alla conversione in legge al Senato del dl vaccini. «Siamo favorevoli - ha detto- ai dubbi che generano la verità, ma fortemente contrari alle contese politiche che veicolano disinformazione e generano confusione e sgomento», ha affermato il senatore in sede di dichiarazione di voto. «Abbiamo ragionato senza pregiudizi - ha proseguito-perché la scienza non è un optional, siamo convinti che la buona politica debba accompagnare la scienza, le decisioni devono essere supportate dalla ricerca scientifica e da quello che le autorità preposte diffondono a livello internazionale. E ciò che emerge è che la vaccinazione e la potabilizzazione dell'acqua sono le conquiste più straordinarie fatte negli ultimi secoli».

Anche dal fronte Regioni arriva il plauso al testo. «Nel passaggio dal governo al Senato il testo è stato migliorato soprattutto nelle procedure che consentono alle Regioni di diluire nel tempo l'applicazione della normativa, evitando di creare problemi alle famiglie e permettendo alla sanità regionale di organizzarsi al meglio», ha spiegato l'assessore piemontese alla Sanità, Antonio Saitta, coordinatore degli assessori regionali alla Sanità. «Un altro grande risultato - ha aggiunto Saitta - è l'obbligo di avere un'anagrafe nazionale vaccinale che consente di monitorare eventuali epidemie e, quindi, di intervenire in caso di focolai. La vaccinazione è un dovere nei confronti dei più deboli, avere un testo unico livello nazionale è un vantaggio importante perché le epidemie non hanno confini né amministrativi né regionali», ha concluso.


Rossella Gemma
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO