farmaci

dic62016

Vaccini omeopatici, agenzia francese: non sostituiscono quelli tradizionali

Vaccini omeopatici, agenzia francese: non sostituiscono quelli tradizionali
In questi giorni medici e pediatri sono impegnati nella campagna vaccinale anti-influenzale 2016 con l'obiettivo di proteggere dalle complicanze dell'infezione le categorie a maggior rischio, in particolare i soggetti di età superiore ai 65 anni, le donne in gravidanza e i pazienti affetti da patologie croniche. Come alternativa alla profilassi consigliata dalle autorità sanitarie c'è chi si rivolge a rimedi non convenzionali, qualcuno li definisce vaccini omeopatici, venduti in farmacia. Su questi prodotti è intervenuta l'Agence Nationale de sécurité du médicament et des produits de santé (Ansm), l'autorità regolatoria francese ricordando, in un comunicato ufficiale, che nessun medicinale omeopatico può essere considerato un vaccino antinfluenzale e sostituire quello tradizionale.

L'influenza è una malattia stagionale sostenuta da virus che circolano nel periodo invernale e che tendono a mutare riducendo l'efficacia delle difese che l'organismo ha sviluppato contro il virus dell'anno precedente. Per questo motivo la composizione del vaccino anti-influenzale deve essere aggiornata la stagione successiva in base ai ceppi che hanno avuto maggior diffusione nell'ultimo periodo epidemico. L'efficacia del vaccino e la copertura della popolazione sono gli unici argini possibili alla diffusione del virus che ogni anno l'influenza provoca migliaia di decessi. In tutti i casi, ammonisce l'Ansm in accordo con il Consiglio Superiore di Sanità francese, sostituire la profilassi classica con l'impiego dei cosiddetti vaccini omeopatici non protegge dall'infezione e può esporre, soprattutto nel caso delle fasce più deboli della popolazione, alle gravi conseguenze dell'influenza. Marvi Tonus
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Boiron Roux - Pediatria
vai al download >>

SUL BANCO