Sanità

nov292021

Variante Omicron, Iss: identificata la sequenza. Al via contact tracing

Variante Omicron, Iss: identificata la sequenza. Al via contact tracing

È stata identificata dalla rete italiana una sequenza riconducibile a quella nota ora come variant of concern (Voc) e definita ieri da OMS come "omicron". Ciò offre la possibilità di avviare subito le attività di tracciamento dei contatti

Nell'ambito delle attività di sequenziamento genomico SARS-CoV-2 della rete coordinata dall'ISS, è stata identificata una sequenza nella piattaforma ICoGen riconducibile a quella nota ora come variant of concern (Voc) e definita ieri da OMS come "omicron". Ciò offre la possibilità di avviare subito le attività di tracciamento dei contatti.


Efficienza della rete italiana di sequenziamento

Il campione è in fase di ulteriore conferma per avere l'assegnazione definitiva del lignaggio che per questa VOC è il B.1.1.529. La possibilità di identificare rapidamente la nuova sequenza, e di dare inizio immediatamente alle attività di contact tracing, è stata ottenuta grazie alla presenza di alert sulla piattaforma Icogen che hanno riconosciuto immediatamente la presenza di alcune mutazioni chiave dimostrando l'efficienza della rete italiana di sequenziamento all'operato rapido e efficiente del laboratorio della ASST FBF - Sacco. Il genoma è stato sequenziato presso il Laboratorio di Microbiologia Clinica, Virologia e Diagnostica delle Bioemergenze dell'Ospedale Sacco di Milano da un campione positivo di un soggetto proveniente dal Mozambico. Il paziente e i suoi contatti familiari sono in buone condizioni di salute.
Le inchieste epidemiologiche sono state svolte da ATS Milano e dalla ASL di competenza della Regione Campania. Sono già stati programmati i sequenziamenti sui campioni dei contatti familiari del paziente risultati positivi e residenti nella regione Campania, i cui laboratori sono stati allertati e stanno già lavorando per ottenere in tempi brevi i risultati genomici.
Al momento non sono stati identificati contatti positivi in Lombardia. Già nella giornata di ieri il Ministero della Salute aveva emanato una Nota informativa alle Regioni/PA a seguito di una riunione coordinata insieme ad ISS per rafforzare le modalità di tracciamento


Sintomi lievi, nessun caso grave né ricoveri

Già nella giornata di ieri il Ministero della Salute aveva emanato una Nota informativa alle Regioni/PA a seguito di una riunione coordinata insieme ad ISS per rafforzare le modalità di tracciamento. Intanto dal Sudafrica, dove la variante è stata identificata per la prima volta arrivano segnali positivi, almeno in termini di impatto sulla salute: «i sintomi dati dalla nuova versione del coronavirus sono molto lievi. Non abbiamo mai riscontrato effetti gravi». Lo ha dichiarato la Presidente dell'Associazione dei medici del Sudafrica, Angelique Coetzee che il 18 novembre ha scoperto e isolato la variante Omicron. Intervistata dal quotidiano Repubblica ha lanciato un appello: «Non dovete farvi prendere dal panico», definendo «esagerata» la reazione di molti Paesi di mettere in isolamento l'Africa australe: «Avrei capito la chiusura e la paura se avessimo assistito all'esplosione di effetti gravi. Ma non li abbiamo visti. I pazienti che ho visto avevano sintomi lievi e sono guariti. Nessuno è stato ricoverato e non c'è stato bisogno dell'ossigeno. Questa reazione nel mondo non ha alcun senso». Il medico ha spiegato di aver visitato una famiglia positiva al Sars-Cov2 con «sintomi mai visti prima, stanchezza, mal di testa, prurito in gola, leggero raffreddore».
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO


chiudi