Sanità

mag312012

Via libera dal Cdm alla riorganizzazione degli enti vigilati

Approvato dal Consiglio dei ministri il nuovo schema di decreto legislativo che riorganizza gli enti vigilati dal ministero della Salute, tra cui l'Istituto superiore di sanità, l'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali e la Lega italiana per la lotta contro i tumori.

Approvato dal Consiglio dei ministri il nuovo schema di decreto legislativo che riorganizza gli enti vigilati dal ministero della Salute, tra cui l'Istituto superiore di sanità, gli Istituti zooprofilattici sperimentali, l'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali e la Lega italiana per la lotta contro i tumori. Tre le direttrici individuate dal provvedimento attorno a cui si svilupperà il processo: in primo luogo c’è «la semplificazione e lo snellimento dell'organizzazione e della struttura, adeguando gli enti ai principi di efficacia, efficienza ed economicità dell'attività amministrativa e all'organizzazione del ministero». Poi «la razionalizzazione e l'ottimizzazione delle spese e dei costi di funzionamento dell'organizzazione e della struttura amministrativa degli enti e istituti vigilati». Tra le azioni necessarie alla realizzazione di questo obiettivo viene citata «la riorganizzazione degli uffici di livello dirigenziale generale e non generale, con una riduzione non inferiore al 10% per i primi e 5% per i secondi, oltre alla eliminazione delle duplicazioni organizzative esistenti, la gestione unitaria del personale e dei servizi comuni anche mediante strumenti di innovazione amministrativa e tecnologica, la riorganizzazione degli uffici con funzioni ispettive e di controllo, la riduzione degli organismi di analisi, consulenza e studio di elevata specializzazione, delle dotazioni organiche in modo da assicurare che il personale utilizzato per funzioni di supporto non ecceda il 15% delle risorse umane complessivamente utilizzate». Ultima direttrice «la ridefinizione del rapporto di vigilanza tra il ministero della Salute ed enti vigilati, prevedendo la possibilità per il Ministero di emanare indirizzi e direttive nei loro confronti». Novità più specifiche per l’Iss: previsto uno statuto che ne rafforzi l'autonomia.


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Nicoloso B. R. - Le responsabilità del farmacista nel sistema farmacia
vai al download >>

SUL BANCO


chiudi