Sanità

ott252017

Walgreens Boots Alliance chiude l'anno fiscale, Pessina: una buona performance

Walgreens Boots Alliance chiude l’anno fiscale, Pessina: una buona performance
L'anno fiscale 2017 di Walgreens Boots Alliance e il quarto trimestre di attività si sono chiusi con diversi parametri in crescita e alcuni in calo riconducibili ai costi collegati alla transazione Rite Aid, principalmente legati all'annullamento dell'accordo di fusione. I dati sono stai annunciato oggi dal gruppo e rappresentano come ha commentato Stefano Pessina, executive vice chairman e Ceo di Wba «una buona performance». E ha aggiunto: «Le nostre aree di business hanno ottenuto miglioramenti significativi, riuscendo al tempo stesso a controbilanciare efficacemente le pressioni legate al rimborso dei medicinali su prescrizione, e ad affrontare la competizione su mercati retail in rapida evoluzione. Nell'anno a venire, intendiamo incrementare questa solida crescita sottostante, sostenuta dall'espansione del nostro network di farmacie negli Stati Uniti, attraverso le prossime acquisizioni dei punti vendita Rite Aid».

In particolare, si legge nel report, per quanto riguarda il quarto trimestre, l'utile netto per azione diluito, calcolato secondo i principi contabili Gaap, è stato pari a 0,76 dollari, in calo del 20,0%, rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente a causa di costi collegati alla transazione Rite Aid, principalmente legati all'annullamento dell'accordo di fusione; l'utile netto per azione diluito adjusted è stato pari a 1,31 dollari, in aumento del 22,4% a cambi costanti. L'utile netto Gaap è diminuito del 22,1% a 802 milioni di dollari; l'utile netto adjusted è aumentato del 18,8% a 1,4 miliardi di dollari, in crescita del 19,1% a cambi costanti. Le vendite sono aumentate del 5,3% a 30,1 miliardi di dollari, in crescita del 6,4% a cambi costanti. Il risultato operativo Gaap è diminuito del 2,3% a 1,1 miliardi di dollari; il risultato operativo adjusted è aumentato del 21,2% a 1,9 miliardi di dollari (+22,3% a cambi costanti). Per quanto riguarda l'anno fiscale 2017, l'utile netto per azione diluito, calcolato secondo i principi contabili Gaap, è diminuito dell'1,0% rispetto all'anno precedente, a 3,78 dollari; l'utile netto per azione diluito adjusted è aumentato dell'11,1% a 5,10 dollari, in crescita del 12,9% a cambi costanti. L'utile netto Gaap è diminuito del 2,3% a 4,1 miliardi di dollari; l'utile netto adjusted è aumentato del 9,9% a 5,5 miliardi di dollari, in crescita dell'11,6% a cambi costanti. Le vendite sono aumentate dello 0,7% a 118,2 miliardi di dollari, una crescita del 3,3% a cambi costanti. Il risultato operativo Gaap è diminuito del 7,4% a 5,6 miliardi di dollari; il risultato operativo adjusted è aumentato del 4,6% a 7,5 miliardi di dollari (+6,5% a cambi costanti). Il net cash Gaap da attività operativa è stato pari a $7,3 miliardi; il free cash flow e stato pari a 5,9 miliardi di dollari. La società ha completato un riacquisto di azioni per 5,0 miliardi di dollari e aggiunto 1 miliardo di dollari ulteriore al programma. La società stima per l'anno fiscale 2018 una guidance compresa tra 5,40 e 5,70 dollari per l'utile netto per azione diluito adjusted.
discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Ansel - Principi di calcolo farmaceutico
vai al download >>

SUL BANCO