farmaci

gen232014

Zolpidem, rivedere la posologia alla luce degli effetti indesiderati

farmaci anziani

L'European medicines agency (Ema) ha attivato una procedura di rivalutazione dei farmaci contenenti zolpidem, un ipnoinducente con struttura simile a quella delle benzodiazepine, indicato per il trattamento a breve termine dell''insonnia. Disponibile anche come medicinale equivalente, agisce promuovendo l''induzione del sonno più che sul suo mantenimento. Come per la maggior parte dei sonniferi, l''impiego di zolpidem è associato a effetti collaterali che possono compromettere la vigilanza al risveglio, tra cui episodi di sonnambulismo, amnesia, confusione, aumento di incidenti domestici (cadute per inciampo) e ridotta abilità nella guida di autoveicoli, soprattutto nelle donne e negli anziani. Il Comitato di valutazione dei rischi per la farmacovigilanza (Prac) dell''Ema, riunitosi a dicembre 2013, ha quindi incaricato Italia e Paesi Bassi di verificare il rapporto rischi/benefici della terapia concentrandosi sull''eventuale correzione della posologia. I risultati sono attesi per marzo 2014. Per diminuire il rischio potrebbe essere infatti opportuno ridurre la dose da 10 a 5 mg al dì, in particolare nei pazienti di sesso femminile che metabolizzano più lentamente il farmaco e che mostrano tassi plasmatici più alti al risveglio. In attesa della conclusione dei lavori del Comitato, si raccomanda di impiegare zolpidem per un massimo di 4 settimane e se sono previste almeno 7-8 ore di riposo dopo l''assunzione.

Perché interessa il farmacista: zolpidem è disponibile in gocce, in compresse da 10 mg, in compresse sublinguali da 5 mg e 10 mg. Si dovrebbe consigliare di assumere il farmaco al momento di coricarsi, per periodi brevi, e di porre cautela, al momento del risveglio, nel compiere movimenti e attività.

Marvi Tonus


discuti sul forum

ANNUNCI SPONSORIZZATI


Download Center

Principi e Pratica Clinica
Sacchetti E., Clerici M. La depressione nell'anziano
vai al download >>
separa
Principi e Pratica Clinica
Raccomandazioni sulla gestione della rinite allergica in farmacia
vai al download >>

SUL BANCO