Login con

Farmacisti

08 Novembre 2023

Caduceo d’Oro 2023, a Bari la XVII edizione: consegna a Fitto, Gemmato e Montanaro

Sabato 11 novembre si terrà la XVII edizione del Caduceo D'Oro organizzata dall’Ordine interprovinciale dei farmacisti di Bari-Bat.  La cerimonia sarà accompagnata dal convegno su Pnrr e il rilancio della sanità italiana

di Redazione Farmacista33


Caduceo d’Oro 2023, a Bari la XVII edizione: consegna a Fitto, Gemmato e Montanaro

Sabato 11 novembre a Bari si svolgerà la XVII edizione del Caduceo d’Oro che sarà consegnato a Raffaele Fitto, ministro per gli Affari europei, il Sud, le politiche di coesione e il Pnrr, Marcello Gemmato, sottosegretario di Stato al Ministero della Salute, e Vito Montanaro, direttore del Dipartimento Promozione della Salute della Regione Puglia. La cerimonia di consegna, organizzata dall’Ordine interprovinciale dei farmacisti di Bari e Barletta-Andria-Trani, sarà accompagnata dal convegno "Pnrr e il rilancio della sanità italiana. Opportunità per la professione e per la farmacia” moderato dal giornalista e direttore di Telenorba Enzo Magistà e a cui interverranno Andrea Mandelli, presidente della Federazione Ordini Farmacisti Italiani, Marco Cossolo, presidente Federfarma Nazionale, Vito Montanaro, direttore del “Dipartimento Promozione della Salute e del Benessere Animale” della Regione Puglia, e Arturo Cavaliere, presidente Sifo, Società Italiana di Farmacia Ospedaliera e dei Servizi Farmaceutici.

Il programma e i temi del convegno
L’evento si aprirà alle 16.00 nel Salone San Nicola, Palazzo della Camera di Commercio di Bari (corso Cavour, 2) con i saluti delle autorità e l’introduzione di Luigi D’Ambrosio Lettieri, presidente dell’Ordine dei farmacisti delle province di Bari e di Barletta- Andria-Trani. Seguiranno gli interventi di Raffaele Fitto, ministro per gli “Affari europei, il Sud, le politiche di coesione e il Pnrr”, e di Marcello Gemmato, sottosegretario di Stato al Ministero della Salute.  

“Il Piano Nazionale per la Ripresa e la Resilienza (Pnrr)
rappresenta una parte rilevante del complesso progetto del Next Generation (Ngeu) per avviare il Paese verso una ambiziosa e necessaria strategia di ammodernamento, che è un presupposto ineludibile di progresso e di crescita sociale, economica e culturale – dichiara il presidente dell’Ordine, Luigi D’Ambrosio Lettieri -. Si tratta di cogliere una straordinaria opportunità: siamo al capolinea dell’ultima spiaggia e, se le cospicue risorse stanziate e l’approccio culturale saranno segnate da efficienza e virtuosismo operativo, le ricadute del forte impatto economico e sociale del progetto saranno molto positive in settori strategici fondamentali, che comprendono anche la filiera della salute. La Missione 6 del Pnrr, con un cospicuo finanziamento, disegna la road map di ammodernamento della sanità riferita alle reti di prossimità, alla telemedicina, al rilancio delle strutture per l’assistenza sanitaria territoriale, ai progetti per l’innovazione, la ricerca e digitalizzazione del servizio sanitario nazionale”.
Una prospettiva programmatica che lascia ben sperare, soprattutto se rapportata agli effetti prodotti da Covid-19 sulla salute della popolazione. “I farmacisti italiani negli ospedali e sul territorio hanno dato prova di elevati livelli di efficienza, continuità operativa, affidabilità e piena integrazione con la mission del Sistema Sanitario Nazionale – sottolinea ancora il presidente dell’Ordine - . La farmacia italiana, pur in un contesto operativo gravato da problemi di sostenibilità economica, nel corso del processo di evoluzione che accompagna la sua storia, ha confermato la sua funzione di “porta d’ingresso del servizio sanitario”, con l’erogazione di prestazioni di elevata valenza socio-sanitaria che hanno integrato le tradizionali attività professionali relative alla erogazione dei medicinali. Ecco perché il Pnrr indica tra i servizi da potenziare anche quelli forniti dalle farmacie di comunità, con il lodevole proposito di incentivare il ruolo di quelle rurali. E, in coerenza con questo obiettivo, interviene il DM 77/2022 che assegna alle farmacie, quali presidi polifunzionali della sanità territoriale, nuove e rilevanti funzioni a sostegno del Sistema Sanitario Nazionale e a tutela della salute pubblica”.

 A partire dalle 18.30 è prevista la consegna del Caduceo d’oro 2023 e delle benemerenze d’anzianità, alle quali seguirà il giuramento dei nuovi iscritti. “Vogliamo destinare un riconoscimento speciale a tre personalità che nell’esercizio delle loro funzioni istituzionali hanno concorso in modo anche decisivo a migliorare il livello di governance della nostra sanità”, ha sottolineato Lettieri.

Il Caduceo d’oro 2023 (il leggendario bastone alato con un serpente attorcigliato, simbolo di prosperità e di pace, attributo degli araldi e di Esculapio, in qualità di messo di Giove e degli dei), sarà consegnato a Raffaele Fitto, ministro per gli Affari europei, il Sud, le politiche di coesione e il Pnrr, e di Marcello Gemmato, sottosegretario di Stato al Ministero della Salute, Vito Montanaro, direttore delDipartimento Promozione della Salute e del Benessere Animale” della Regione Puglia.

Saranno insigniti della benemerenza per 60 anni d’iscrizione all’Albo i farmacisti:
Ugo Capochiani, Ljana Egidi, Aurora Palazzo. Il riconoscimento per 50 anni di iscrizione all’Ordine sarà consegnato a: Clelia Carella, Irene Curci, Rosa Ditroilo, Alberico Guerriero, Giuseppe Leone, Antonio Losito, Giancarlo Santamaria, Edmondo Scarola, Oronzo Vacca.


Infine, riceveranno la benemerenza per 40 anni di iscrizione all’Albo i farmacisti:
Francesco Ambrosi, Antonia Balenzano, Eleonora Bari, Francesca Romana Cipriani, Filomena Contangelo, Nicola De Biase, Daniele De Pinto, Giovanni De Tommasi, Maria Luisa Del Monte, Maria Dell’Aera, Francesco Di Molfetta, Giovanna Giuda, Piera Marta Laera, Diva Milano, Pasquale Misciagna, Agnese Pezzella, Concetta Piliero, Antonio Procacci, Angelo Luigi Ragone, Quintina Rosucci, Andrea Tota, Bianca Maria Vacca, Sergio Maria Ventura, Domenica Viola, Amalia Vitola.

TAG: LUIGI D’AMBROSIO LETTIERI, ORDINE DI BARI E BAT, MARCELLO GEMMATO, CADUCEO D'ORO, FARMACISTI

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

06/06/2024

È arrivato alla 21esima edizione il Qs World University Ranking 2025 che stila la classifica dei migliori atenei del mondo. Tre università italiane tra le prima 150 in salita verso le top 100. Per...

A cura di Francesca Giani

06/06/2024

Un’indagine condotta su 3000 residenti ha mostrato che più di uno su due si è vaccinato in farmacia e il 94 per cento è rimasto soddisfatto

A cura di Sabina Mastrangelo

06/06/2024

L'avvio operativo del passaggio delle glliptine, da regime DPC a convenzionata è differita alla data che indicherà la Regione Lazio, dopo aver effettuato una puntuale ricognizione delle giacenze...

A cura di Redazione Farmacista33

06/06/2024

I farmaci oncologici non autorizzati ma considerati appropriati ed efficaci rappresenta una sfida crescente nell'ambito dell'onco-ematologia e la gestione di tali terapie comporta numerosi...

A cura di Redazione Farmacista33

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Obiettivo detersione corpo

Obiettivo detersione corpo

A cura di Lafarmacia.

E' in Gazzetta la Direttiva delegata che modifica i requisiti minimi di formazione per le professioni di infermiere, dentista e farmacista. Due anni per recepire le indicazioni, per quanto...

A cura di Francesca Giani

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top