Login con

farmacisti

09 Gennaio 2024

Covid, in Francia farmacisti a sostegno dell’uso della mascherina per la protezione dei soggetti vulnerabili

In Francia i farmacisti sostengono una nuova campagna di sensibilizzazione contro il Covid #JeSuisSolidaire per proteggere le persone più vulnerabili attraverso l'uso diffuso delle mascherine

di Cristoforo Zervos


Covid, in Francia farmacisti a sostegno dell’uso della mascherina per la protezione dei soggetti vulnerabili

La Francia lancia una nuova campagna di sensibilizzazione contro il Covid #JeSuisSolidaire, l’iniziativa organizzata dalle associazioni pazienti Renaloo, AIDES e ELLyE e sostenuta dall’Unione dei sindacati dei farmacisti comunitari (USPO) si pone l'obiettivo di proteggere le persone più vulnerabili attraverso l'uso diffuso delle mascherine.

La mascherina solidale
La campagna mira a sensibilizzare la popolazione sui rischi che corrono le persone particolarmente vulnerabili, come i pazienti trapiantati, i dializzati, chi è in trattamento per alcuni tipi di tumore, in particolare quelli ematologici, e le persone conviventi con la patologia dell’HIV. Questi gruppi sono particolarmente a rischio in caso di esposizione al Covid-19 e ad altre infezioni respiratorie. La campagna, che ha come slogan “la mascherina solidale”, si svolge in Francia nel periodo che va dal 2 al 14 gennaio. Il sostegno arriva da diverse istituzioni francesi, tra cui il ministero della Salute, Santé Publique France, il Cespharm e l'Unione dei sindacati dei farmacisti comunitari (USPO). Uno degli eventi clou è stata la distribuzione di 250.000 mascherine il 6 gennaio in Place de la République a Parigi. Il messaggio verrà anche diffuso attraverso altri canali e mezzi pubblicitari, nelle farmacie aderenti all'USPO, oltre che sui media e sui social network. Questa iniziativa vuole aumentare la consapevolezza pubblica sulla necessità di proteggere i membri più fragili della società.

L'obiettivo principale è incoraggiare il pubblico a indossare mascherine in ambienti chiusi e affollati, un semplice gesto che può salvare vite. Si stima che in Francia circa 300.000 persone siano particolarmente esposte a rischi elevati di ospedalizzazione e decesso a contatto con il virus del Covid. Inoltre, le statistiche indicano che un paziente dializzato su venti è deceduto a causa del Covid, mentre un paziente trapiantato su otto è stato ospedalizzato per forme gravi causate dal virus.

TAG: FRANCIA, COVID-19, MASCHERINE, PAZIENTI FRAGILI, FARMACISTI

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

17/04/2024

A Grosseto le Farmacie comunali aprono un centro estetico all’interno di una loro sede, si chiama “Boutique del benessere” poiché chi entra accede a “un mondo di relax per il corpo e...

A cura di Redazione Farmacista33

17/04/2024

Ci sono 56 università italiane nella classifica mondiale dei migliori atenei. Tre sono nella top 50 mondiale tra cui l'Università degli Studi di Milano, prima tra le italiane in cinque settori...

A cura di Francesca Giani

16/04/2024

Presentati oggi a Roma i dati dell'indagine di Cittadinanzattiva sull'obesità: coimvolte scuole e farmacie in Piemonte, Lazio e Sicilia. Le 9 priorità per Governo e istituzioni sanitarie

A cura di Redazione Farmacista33

16/04/2024

Nel mese di marzo a Roma è stata condotta un’iniziativa di screening per il tumore del colon retto aperto a tutti con i farmacisti dell'Associazione farmacisti volontari per la Protezione civile...

A cura di Redazione Farmacista33

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

Neobianacid, efficacia non inferiore a omeprazolo

Neobianacid, efficacia non inferiore a omeprazolo


Agonisti del recettore del GLP-1 (dulaglutide, exenatide, liraglutide, lixisenatide e semaglutide): per il Prac dell'Ema le evidenze a disposizione non supportano la correlazione con pensieri e...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top