Login con

Farmacisti

01 Febbraio 2024

Rinnovo Ccnl. Non titolari: su carenza farmacisti e condizioni di lavoro risposte dalla contrattazione

La contrattazione per il rinnovo del Ccnl è la “via per costruire risposte” sulla carenza di farmacisti e l’insoddisfazione per le condizioni di lavoro. Nel parla a Farmacista33 Benedetta Mariani presidente di Fiafant

di Francesca Giani


Rinnovo Ccnl. Non titolari: su carenza farmacisti e condizioni di lavoro risposte dalla contrattazione

Mansioni sempre più complesse e spesso non riconosciute, percorsi di carriera non definiti, conciliazione vita/lavoro sempre più difficile, una crescita della retribuzione che in dieci anni è stata solo del 4,2%, anche a causa del ritardo con cui è stato rinnovato il contratto nazionale di lavoro, a otto anni dalla sua scadenza. Sono queste alcune delle ragioni alla base di «una diffusa insoddisfazione rispetto alle condizioni di lavoro», che contribuiscono al fenomeno della carenza di personale. A fare il punto a Farmacista33 è Benedetta Mariani, presidente Fiafant, in un intervento in cui rilancia la riflessione in corso nella categoria e richiama l’attenzione sul prossimo rinnovo contrattuale, in vista della scadenza di fine agosto, quale «via per costruire risposte».  

Carenza di farmacisti e insoddisfazione su condizioni di lavoro: le ragioni
«Negli ultimi dieci anni» spiega Mariani «le modifiche normative hanno dilatato gli orari di apertura delle farmacie e moltiplicato le mansioni richieste ai farmacisti collaboratori, peggiorando la conciliazione vita/lavoro e, al contempo, lasciando quasi invariate le retribuzioni, che sono cresciute, in 10 anni, solo del 4,2%, con l’unico rinnovo contrattuale che è arrivato dopo 8 anni dalla scadenza del precedente. Ai collaboratori vengono chieste competenze sempre più complesse, a fronte di stipendi cresciuti troppo poco, di disponibilità extra che vengono chieste e non riconosciute, di un’assenza di percorsi di crescita definiti. Il farmacista, come altri sanitari, affronta spesso turni disagiati - sabati, domeniche, notti, festivi, reperibilità -, tutti pagati poco. Il rapporto con gli utenti qualche volta regala soddisfazioni, ma è anche ricorrente fonte di stress».  

Nuove mansioni e responsabilità, aumento retributivo, livello Q2 tra i temi aperti
In questo quadro, «il rinnovo 2021 del CCNL è arrivato dopo troppo tempo dalla scadenza del precedente e non ha potuto certo soddisfare le aspettative che i collaboratori avevano, anche in merito al riconoscimento delle nuove mansioni e delle responsabilità correlate ai nuovi servizi in farmacia, nonché alla formazione che tali percorsi hanno richiesto e che sempre più richiederanno». C’è poi un altro aspetto su cui riflettere: «Il livello Q2 ha rappresentato un passo avanti importante, ma tutti i sondaggi condotti tra i collaboratori testimoniano che viene riconosciuto troppo poco». Al contrario, «noi riteniamo che i percorsi di formazione post laurea e le mansioni sanitarie diverse dalla dispensazione siano elementi che è necessario riconoscere a chi vi si impegna; siamo convinti che ne vada ampliata la declaratoria e occorra aumentarne la remunerazione aggiuntiva, per motivare i collaboratori a rimanere in farmacia e a partecipare al percorso di evoluzione professionale in atto».  

Ccnl verso scadenza: rinnovo rappresenta via per costruire risposte

Il prossimo rinnovo contrattuale ha, «in questo senso, una valenza strategica e può rappresentare una opportunità per migliorare le condizioni di lavoro in farmacia: può e deve essere la via per costruire le risposte che i collaboratori aspettano da troppo tempo in merito alla valorizzazione della loro professionalità, e non solo».
Nei prossimi mesi «verranno organizzati dalla Filcams CGIL una serie di incontri territoriali aperti a tutti i farmacisti che lavorano da dipendenti nelle farmacie private e nelle catene, collaboratori o direttori di farmacia, appartenenti e no ad associazioni professionali, per ascoltarne i bisogni, in vista della costruzione della piattaforma per il rinnovo 2024, e per proporre un percorso condiviso e partecipativo. Penso che sia fondamentale che la più ampia platea di colleghi partecipi agli incontri e riteniamo che sia il momento di superare vecchi schemi e resistenze: i collaboratori hanno bisogno di risposte e il tavolo della contrattazione con i datori di lavoro rappresentati da Federfarma è il luogo in cui vanno costruite, all’interno del prossimo CCNL, con tutto il sostegno che la partecipazione dal basso può dare alle richieste delle rappresentanze sindacali dei dipendenti e al percorso di questo rinnovo».   

TAG: FARMACISTI, RINNOVO DEL CONTRATTO, LAVORO, CCNL, DIPENDENTI, CARENZA

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

17/04/2024

A Grosseto le Farmacie comunali aprono un centro estetico all’interno di una loro sede, si chiama “Boutique del benessere” poiché chi entra accede a “un mondo di relax per il corpo e...

A cura di Redazione Farmacista33

17/04/2024

Ci sono 56 università italiane nella classifica mondiale dei migliori atenei. Tre sono nella top 50 mondiale tra cui l'Università degli Studi di Milano, prima tra le italiane in cinque settori...

A cura di Francesca Giani

16/04/2024

Presentati oggi a Roma i dati dell'indagine di Cittadinanzattiva sull'obesità: coimvolte scuole e farmacie in Piemonte, Lazio e Sicilia. Le 9 priorità per Governo e istituzioni sanitarie

A cura di Redazione Farmacista33

16/04/2024

Nel mese di marzo a Roma è stata condotta un’iniziativa di screening per il tumore del colon retto aperto a tutti con i farmacisti dell'Associazione farmacisti volontari per la Protezione civile...

A cura di Redazione Farmacista33

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

Un valido aiuto contro il mal di gola

Un valido aiuto contro il mal di gola


Una review sistematica della letteratura ha valutato l’efficacia degli integratori nella stimolazione o integrazione del livello di testosterone

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top