Login con

Politica e Sanità

10 Dicembre 2014

Concorso: Piemonte pubblica graduatoria. Esperto: premiato il merito


La Regione Piemonte ha pubblicato sul Bollettino ufficiale del 4 dicembre, la graduatoria del concorso pubblico straordinario per l'assegnazione di 147 sedi farmaceutiche (10 in provincia di Alessandria, 9 di Asti, 32 di Cuneo, 17 di Novara, 4 del Vco, 63 di Torino, 6 di Vercelli e 6 di Biella). Con Liguria, Toscana e Lazio, salgono a quattro le regioni «che hanno tagliato il traguardo della pubblicazione della graduatoria definitiva, con le 147 sedi disponibili si arriva a quota 650. Se si aggiungessero anche le 188 della Puglia, regione che ha adottato il dubbio criterio della graduatoria provvisoria, ci si avvicinerebbe a quota 1.000 nuove sedi disponibili». A fare il punto sul concorso è Carlo Ranaudo, docente presso la facoltà di Farmacia dell'Università Federico II di Napoli. «La regione Piemonte» commenta Ranaudo «in maniera puntuale, ha immediatamente reso noto i criteri adottati dalla Commissione nella valutazione dei titoli e finalmente vediamo un premio al merito». E spiega: «Si prende in considerazione il voto di laurea solo se supera 80 ma, cosa ben più importante, è il metodo dello "scalino" che rende oggettivamente molto più premiante il sistema abbandonando finalmente la progressione lineare appiattita in basso. Tra 109 e 110 e lode c'è un punto (anche 100 posti in graduatoria). Un candidato con 88 e il suo associato con 93 nel Lazio raggiungono il massimo dei 5 punti, in Piemonte portano a casa la metà: 2,5 punti. Qui si tratta di arrivare tra i primi 20 o oltre il 200esimo posto. Tra un 44 e un 42,5 ci sono 200 posizioni in graduatoria. Altra grande differenza con il passato» conclude Ranaudo «è il riconoscimento pieno della specializzazione in farmacia ospedaliera con l'attribuzione dei 2 punti canonici come giustamente anche per il dottorato, 1,5 punti per un Master di 2 livello. Anche sulle pubblicazioni la commissione ha giustamente adottato criteri più selettivi, forse un po' poco uno 0,5 per le lauree triennali della Facoltà di Farmacia relegate nell'aggiornamento professionale. Al di là di tutto un segnale forte e chiaro che il merito paga». Sempre al Piemonte un altro merito, stando a quanto scrive il Bur, quello è di avere «oggi la massima capillarità di sedi farmaceutiche sul territorio» grazie a due bandi: uno straordinario bandito a fine 2012 in attuazione del "Decreto Monti", «la cui finalità era estendere il servizio nel territorio e favorire le possibilità occupazionali per i giovani farmacisti, anche in associazione» l'altro ordinario bandito nel 2010 per il quale «la Regione aveva appena espletato le procedure di assegnazione di sedi farmaceutiche».

Simona Zazzetta

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Portare l’igiene orale fuori casa

Portare l’igiene orale fuori casa

A cura di Curaprox

Cambio al vertice nel Consiglio di Amministrazione di Unico S.p.A., azienda della distribuzione intermedia di farmaci:  Giuseppe ...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top