Login con

Politica e Sanità

16 Novembre 2011

Assistenza sanitaria senza frontiere


La Commissione Europea ha adottato una proposta di Direttiva sui servizi sanitari in Europa, che mira a definire un quadro giuridico in materia di assistenza sanitaria transfrontaliera, per il trattamento dei pazienti che intendono ricevere cure mediche all’estero. L’iniziativa della Commissione nasce dall’esclusione dei servizi sanitari dal campo di applicazione della Direttiva Bolkenstein (Direttiva sui Servizi nel Mercato Interno, CE/123/2006), avvenuta nel 2006 per volontà del Parlamento UE. La pubblicazione della prima bozza di Direttiva sarebbe dovuta avvenire già nel corso dello scorso anno, ma dei contrasti in seno alla stessa Commissione ne hanno ritardato l’adozione. Alcuni Commissari, in particolare, ritenevano che i riferimenti nel testo alla liberalizzazione dei servizi sanitari, andassero ben oltre gli obiettivi che la direttiva stessa si prefissava, ossia garantire un’assistenza sanitaria sicura e di qualità ai pazienti europei che vogliono curarsi in uno Stato membro diverso da quello di appartenenza.

Dopo la consultazione pubblica aperta nel marzo 2007 sulle cure transfrontaliere e in seguito all’invito del Consiglio e del Parlamento per un’iniziativa specifica in merito, la Commissione è infine arrivata all’approvazione di un testo condiviso. Androulla Vassiliou, Commissario europeo responsabile per la salute, ha affermato che “questa proposta intende chiarire in che modo i pazienti possono far valere il loro diritto a un''assistenza sanitaria transfrontaliera garantendo nel contempo la sicurezza del diritto per gli Stati membri e gli erogatori di assistenza sanitaria. Essa assicura che la qualità e la sicurezza dell''assistenza sanitaria siano garantite in tutta l''Unione e promuove la cooperazione tra i sistemi sanitari al fine di assicurare un migliore accesso alle cure specialistiche."  

Il tema ha commentato il sottosegretario al Welfare Francesca Martini "rappresenta una grande sfida per il nostro sistema sanitario nazionale. Oltre che una battaglia etica",  in una pausa dell''incontro di questo pomeriggio con le Regioni, nella sede dell''ex ministero della Salute a Roma. Un appuntamento fissato proprio per discutere di questo tema. "Emerge - spiega Martini - la necessità di armonizzare i diversi sistemi sanitari dei Paesi dell''Unione. Per questo - aggiunge - ho predisposto un gruppo di lavoro con tecnici del ministero e delle Regioni. I problemi in campo - ammette - sono gravissimi". Martini rileva come "da un lato c''è il nostro SN di stampo universalistico, dall''altro ci sono nazioni come la Germania che hanno le mutue, o Paesi come Romania e Bulgaria che denunciano seri problemi a rimborsarci le prestazioni eseguite. Questo aspetto preoccupa molto le Regioni. In ballo c''è infatti il diritto del paziente a curarsi, ma anche - conclude - quello delle Regioni a difendere i propri bilanci già messi a dura prova".

La proposta di direttiva si avvia ora verso il normale iter legislativo al Parlamento UE. Il documento integrale adottato dalla Commissione è disponibile sul sito della Direzione Generale Salute e Consumatori della stessa Commissione UE. 


Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Che energia quei capelli!

Che energia quei capelli!

A cura di Viatris

Un nuovo studio clinico, pubblicato sull’International Journal Experimental and Therapeutic Medicine, mostra che l’integrazione con acido ialuronico riduce...

A cura di Paolo Levantino - Farmacista clinico

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top