Login con

Politica e Sanità

16 Novembre 2011

Medici lombardi presenzialisti


Secondo i dati di quattro grandi ospedali milanesi, dal mese di luglio le assenze per malattia hanno subito un crollo che va dal 37% al 41% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Sull’onda, sembrerebbe, dell''effetto Brunetta. Il personale ha cominciato ad ammalarsi di meno proprio da luglio, quando il ministro della Funzione pubblica, Renato Brunetta, ha reso noto il contenuto della circolare che prevede il giro di vite sulle assenze dei dipendenti pubblici. Il calo dei giorni di malattia richiesti da medici, infermieri e amministrativi in forze nel Policlinico di Milano, come al Niguarda, al San Carlo e al Fatebenefratelli, è stato verticale. Le corsie e i reparti delle quattro grandi aziende del capoluogo lombardo erano affollati nei mesi di luglio e agosto 2008. La verifica sulle assenze, messe a confronto con quelle dell''anno precedente, ha dato risultati simili ovunque: -37% al Policlinico, -35% al Fatebenefratelli, -41% al San Carlo e al Niguarda. Per quest''ultimo è stato preso in considerazione anche il mese di giugno, 5.915 giorni di malattia contro i 5.954 del 2007. Il calo è minimo: 0,66%. Ma dopo che il ciclone Brunetta si è abbattuto sulle corsie, la forbice si allarga vertiginosamente. A luglio i giorni di malattia si riducono a 1.904, contro i 3.282 registrati nel 2007 (il calo è del 41,99%) e ad agosto si crolla a 893 assenze, a fronte delle 1.517 del 2007 (-41,13%). Stesso calcolo è stato fatto al Fatebenefratelli, prendendo in considerazione periodi pre e post Brunetta: "nel bimestre dal 24 aprile al 24 giugno 2008 - spiegano dall''ospedale - avevamo già osservato un calo delle assenze intorno al 20% rispetto allo scorso anno (da 4.304 a 3.402)". Ma dal 25 giugno al 24 agosto la riduzione è stata ancora più consistente, spingendosi fino a -35% (da 3.038 a 1.968). In linea anche i 3.200 dipendenti, fra medici, tecnici e ausiliari, che fanno capo al Policlinico di Milano: 6.029 giornate di malattia registrate dal primo luglio al 31 agosto 2007, 3.684 nello stesso periodo del 2008 (-37%). Al San Carlo Borromeo il calcolo è stato fatto solo sulle malattie brevi, proprio quelle finite nel mirino del ministero. Risultato: nei mesi di luglio e agosto si sono sommate 2.430 assenze. Nel 2007 erano 4.120 (il calo si aggira intorno al 41%). A seminare il panico saranno state le rigide misure previste dalla circolare n.7/2008 e dal Dl 112: dalle stangate sugli stipendi - per l''assenza per malattia sotto i dieci giorni è previsto il taglio di tutte le forme di trattamento economico accessorio - all''obbligo della visita fiscale che scatta già il primo giorno di assenza, accompagnato dall''ampliamento della fascia di reperibilità. Dagli uffici del personale, però, precisano: fra gli assenteisti redenti ci saranno anche malati veri che hanno rinunciato al giorno di riposo pur di non ritrovarsi tagli in busta paga. Di fatto, l''andamento dei giorni di malattia richiesti nei quattro ospedali milanesi conferma i dati emersi dal monitoraggio condotto dal ministero dell''Innovazione e della Funzione pubblica su un campione di 70 amministrazioni centrali e periferiche alle quali fanno capo 210 mila lavoratori. Il calo rilevato era anche in questo caso vicino al 37%.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Rf80 Atp Energie

Rf80 Atp Energie

A cura di Rene Furterer

Sono confermati cinque casi morbillo mutato nella città di Milano e dintorni che non sono rilevabili dai test diagnostici attualmente utilizzati

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top