Login con

Politica e Sanità

07 Ottobre 2015

Omeopatia, libro di Garattini la boccia senza appello. Per gli omeopati testo pieno di falsità


«Acqua fresca? Tutto quello che bisogna sapere sull'omeopatia»: dice tutto fin dal titolo il nuovo libro curato da Silvio Garattini, che si avvale di altri ricercatori dell'Irccs Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri e affronta da diversi punti di vista la controversa pratica di medicina alternativa, giungendo però a una bocciatura senza possibilità di appello.
Dell'omeopatia vengono esaminati i fondamenti teorici e il suo escursus storico, che l'ha portata a una grandissima diffusione senza che vi siano, secondo gli autori, ragioni scientifiche che ne dimostrino la validità. L'ultima stroncatura, citata nel testo è quella giunta quest'anno da dal National Health and Medical Research Council australiano, che aveva dichiarato: «Nessun studio di buona qualità, ben disegnato e con un buon numero di partecipanti sufficienti per un risultato significativo, ha dimostrato che l'omeopatia determini miglioramenti di salute superiori rispetto al placebo, né pari a quelli causati da un altro trattamento». Nelle conclusioni, Garattini denuncia la responsabilità delle istituzioni scientifiche e politiche che talvolta ancora legittimano terapie che non hanno nessuna base scientifica.
Di tutt'altro avviso è la presidentessa della Società italiana di omeopatia e medicina integrata (Siomi) Simonetta Bernardini: «Siamo di fronte a un testo pieno di falsità o di verità dette a metà; in particolare viene ignorata l'esistenza dei medicinali omeopatici molecolari che sono il 70% di quelli venduti nel mondo... e laddove ci sono molecole c'è anche una spiegazione chimica del meccanismo d'azione».
Bernardini lamenta che non venga fatto cenno alle ricerche, condotte in particolare dal suo gruppo di lavoro all'Università di Firenze, «che dimostrano in maniera incontrovertibile una azione sui geni cellulari prodotta dai medicinali omeopatici molecolari vale a dire fino alla diluizione di 12 CH; il nostro lavoro sull'azione del rame in diluizione omeopatica sui geni cellulare è stato pubblicato su una rivista scientifica di tipo convenzionale ma nel testo non ne viene data notizia».

Renato Torlaschi

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Gennaio ti ha già messo KO?

Gennaio ti ha già messo KO?

A cura di Alfasigma

Le indagini preliminari condotte dai carabinieri del Nas di Bari hanno portato a indagare 20 persone: 19 gli acquirenti della merce rubata e un indagato per esercizio abusivo della professione in...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top