Login con

Politica e Sanità

26 Aprile 2016

Farmacie in Emilia Romagna, Dal Re: riaperto confronto. Regione: valorizzare ruolo nel Ssr


Rivedere le modalità di distribuzione dei farmaci, con la possibilità di distribuire anche i prodotti di assistenza integrativa, in una chiave che valorizzi il ruolo delle farmacie «parte integrante del Ssr» e avviare attività volte a migliorare l'uso dei farmaci e l'aderenza alla terapia. Questa in sintesi la base su cui si è giunti a un impegno sottoscritto dall'assessorato alle Politiche per la salute, da Federfarma Emilia-Romagna e Assofarm Emilia-Romagna durante l'incontro in Regione sulle farmacie convenzionate. Incontro, quello del 22 aprile, atteso dalle organizzazioni regionali di categoria proprio «per evitare la dichiarazione di stato di agitazione su tutto il territorio regionale» e così è stato, come conferma Domenico Dal Re, presidente regionale di Federfarma: «C'è stata un'apertura e sulla base di un impegno condiviso si è riaperto il confronto con la Regione sui temi in questione. Lo stato di agitazione è ora sospeso, attendiamo riposte concrete per il 5 maggio, data in cui avremmo dovuto fare la serrata». Stando a quanto comunica la Regione, durante l'incontro «è stato riconosciuto e condiviso il loro ruolo di presidio sanitario "rilevante", a livello territoriale, per i cittadini, soprattutto nelle realtà più decentrate. E per lo stesso Servizio sanitario regionale, di cui sono "parte integrante", per la loro "capillarità e professionalità"».

L'intenzione, si legge nella nota, è di «arrivare, in tempi rapidi, a una proposta che vada nella direzione di rivedere le modalità di distribuzione dei farmaci valorizzando ulteriormente il ruolo delle farmacie convenzionate, e valutando la possibilità di distribuire - oltre ai farmaci - i prodotti dell'assistenza cosiddetta "integrativa", come i presidi per i diabetici». Sulla base di questi presupposti «è stato condiviso anche l'impegno per migliorare l'utilizzo dei farmaci, come la vigilanza sugli effetti collaterali e l'aderenza alla terapia».

Simona Zazzetta

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

Cosa c'è dietro un capello?

Cosa c'è dietro un capello?

A cura di Viatris

Il rischio di sviluppare allergie alimentari è associato al consumo di additivi, conservanti, alimenti ricchi di zuccheri e grassi e poveri di acidi grassi a catena corta, e più in generale gli...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top