Login con

Politica e Sanità

11 Luglio 2016

Concorso Lazio, Pennacchio (Latina): fermo fino a febbraio 2017 in attesa del Consiglio di Stato


È nuovamente bloccato il concorso straordinario per l'assegnazione delle sedi farmaceutiche nel Lazio e con ogni probabilità bisognerà aspettare fino a febbraio per avere ulteriori elementi per procedere. A dirlo è il presidente dell'Ordine dei Farmacisti di Latina Roberto Pennacchio, che a Farmacista33 spiega che queste sarebbero le implicazioni dell'ultima sentenza del Tar Lazio-sez. Latina, il cui testo è stato depositato il 29 giugno. Il Tar lo si ricorda, ordina alla Regione Lazio di rispettare un precedente giudizio con cui erano state annullate le 7 sedi sub judice del comune di Latina. Ricapitolando: nel 2013 con 2 sentenze del Tar di Latina l'istituzione delle 7 sedi viene annullata.

Tuttavia, le sentenze vengono impugnate, esiste dunque la possibilità che il Consiglio di Stato possa riammettere queste sedi nel sistema concorsuale del Lazio. Nel frattempo, però, nonostante il giudizio di appello pendente, la Regione Lazio, con un provvedimento del 26 febbraio 2016 dà corso all'interpello per 274 sedi farmaceutiche comprese le 7 di Latina. Tuttavia, dopo l'interpello, un farmacista di Latina fa ricorso al Tar che viene accolto e il 9 giugno, e con un'ordinanza del Tar Lazio-sez. Latina, viene sospesa l'assegnazione delle 7 sedi sub judice del comune. Il 29 giugno arriva l'ordine del Tar che congela nuovamente tutto. A questo punto, «non rimane che annullare gli interpelli in attesa che a fine febbraio 2017, salvo ritardi di carattere burocratico, si pronunci il Consiglio di Stato (in merito alle 2 sentenze originarie) - afferma Pennacchio - Tutto il concorso è in stand-by. Se il Consiglio di Stato darà ragione al Tar, tutti gli elementi del concorso andranno rivisitati.

A mio avviso, non c'è dubbio che le sedi di Latina vadano aperte, ma bisogna vedere con quali criteri demografici. In realtà - prosegue Pennacchio - i ricorsi a Latina erano stati fatti per 4 sedi, non per 7, e tutti per motivi diversi: un ricorso è stato fatto per un vizio normativo, un altro perché qualcuno sosteneva che, in una determinata zona, ci fosse già un eccesso di sedi e così via. Ogni ricorso aveva un titolo a sé. Poi, nel momento in cui viene fatto ricorso su 4 sedi nel medesimo territorio comunale, il problema si trascina anche sulle altre 3». Di una cosa è certo il consigliere dell'Ordine dei farmacisti di Roma Maurizio Bisozzi, ovvero che «l'esame dei ricorsi andava fatto almeno sei mesi prima della graduatoria finale, perché quando viene accettato un ricorso tutta la graduatoria va rivista. Il rischio di aprire ora una farmacia assegnata è di ritrovarsi a non possedere più quella sede dopo un'eventuale revisione della graduatoria, per questo motivo potrebbe esserci una vera e propria paralisi di tutte le assegnazioni». Secondo il consigliere dell'Ordine c'è un vizio di forma procedurale che andava individuato e corretto da subito: «Non era la Giunta comunale ma il Consiglio comunale a dover individuare le nuove sedi e la Regione avrebbe dovuto indicare dal principio che era stato fatto un errore di forma».

Nel frattempo, alla Regione non resta che cercare di districarsi tra le varie diffide, una che impedisce alla Regione di procedere con l'assegnazione delle sedi fino alla pronuncia della magistratura, l'altra, da una cordata di vincitori, che sollecita l'assegnazione delle sedi e che ha organizzato una mobilitazione presso la sede del Consiglio Regionale Lazio. Mercoledì mattina alle ore 10, così si apprende da un appello inviato dai farmacisti vincitori in attesa delle sedi, si concentreranno davanti al palazzo per «chiedere le motivazioni del mancato rilascio delle determine di assegnazione definitiva» e per l'occasione chiedono la partecipazione, tra gli altri, dei colleghi in graduatoria, del presidente e dei consiglieri dell'Ordine dei Farmacisti di Roma.


Attilia Burke

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Tutto il piacere di uno snack

Tutto il piacere di uno snack


Nell’ovaio policistico si raccomandano i contraccettivi orali combinati per trattare cicli irregolari e iperandrogenismo senza protocolli definiti. Una...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top