Login con

Politica e Sanità

16 Novembre 2011

Il Piano nazionale vaccini è modificabile


Il Piano nazionale vaccini 2008- 2010 "è in fase di elaborazione e siamo disponibili, anche con l''industria, a modificarlo nei limiti delle possibilità". Lo ha precisato il sottosegretario al Welfare Ferruccio Fazio, intervenuto oggi a Roma al dibattito organizzato dall''Associazione parlamentare per la tutela e la promozione del diritto alla prevenzione, composta da circa 80 parlamentari. "Abbiamo consegnato alle Regioni i Livelli essenziali di assistenza (Lea) 15 giorni fa", ha spiegato Fazio. Sottolineando che prevedono, come indicato nel Piano, "le vaccinazioni obbligatorie, quelle raccomandate e quella per il Papillomavirus gratuita per le dodicenni". Tutto questo, ha ribadito, "è nei Lea e ci auguriamo che le Regioni li approvino". L''obbligatorietà delle vaccinazioni, prevista per alcune malattie nel nostro Paese, può essere ridiscussa, ha poi aggiunto il sottosegretario. Oggi in Italia ci sono vaccinazioni raccomandate, e vaccinazioni obbligatorie a cui il cittadino è tenuto coercitivamente. "Questa misura è nata 50 anni fa - ha spiegato Fazio - per contrastare le malattie che avevano causato migliaia di morti", ma ora questa obbligatorietà "confligge con il concetto di promozione della salute che è alla base di qualsiasi azione preventiva". Per Fazio, infatti, "la promozione della salute coniuga la responsabilità dell''individuo con quella della comunità e garantisce l''esigibilità del diritto universale alla salute". La differenza tra vaccinazioni obbligatorie e raccomandate "ha creato - ha spiegato ancora Fazio - una serie di problemi che si possono sintetizzare con la parola deresponsabilizzazione, sia della dirigenza sanitaria verso le vaccinazioni raccomandate, sia della popolazione che percepisce la vaccinazione obbligatoria come migliore delle altre". Fazio ha ricordato che il Veneto è l''unica regione che "con grande coraggio" ha tolto l''obbligatorietà. "Credo che su questo concetto si debba riflettere osservando con attenzione l''esperienza veneta".

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Per pelli allergiche e irritabili

Per pelli allergiche e irritabili

A cura di Viatris

L’aumento della spesa sanitaria nel 2024 è “illusorio”: il rapporto tra spesa sanitaria e prodotto interno lordo che dal 6,4% di quest’anno tornerà al 6,3% nel 2025-26, per scendere al 6,2%...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top