Login con

Politica e Sanità

24 Agosto 2016

Terremoto, due farmacie inagibili ad Amatrice, in arrivo i camper di Fofi


Tre farmacie inagibili, ad Arquata del Tronto sul lato ascolano dell'Appennino, ad Amatrice due sul lato reatino. Regge invece la farmacia di Accumoli proprio sull'epicentro del sisma, ma difficilmente sarà operativa a breve.

«La casa accanto è crollata e stanno lavorando per mettere in sicurezza l'area, inoltre per via del crollo è venuta a mancare la luce nell'esercizio. Invece, purtroppo, le farmacie di Amatrice, due, si trovavano in edifici del centro storico, e sono state sommerse dai detriti degli appartamenti soprastanti. Sono inagibili del tutto». A parlare è Pierluigi Cortellini, presidente dell'Ordine dei Farmacisti e di Federfarma Rieti. Cortellini ha ricevuto dalla Federazione degli Ordini dei Farmacisti l'incarico di avviare una ricognizione delle farmacie danneggiate nella zona del terremoto. In realtà il danno è molto grave ma il numero di esercizi colpiti pare limitato. «Quella del terremoto è un'area piccola. Ma era lontana già in tempi "favorevoli" almeno 40 minuti di strada da paesi più grossi e forniti. Le farmacie colpite erano e restano di importanza enorme per i cittadini. Per quanto riguarda i colleghi - continua Cortellini - posto che l'Enpaf in passato ha deliberato misure eccezionali, Federfarma ha un'assicurazione contro gli eventi catastrofici per tutti gli iscritti. Stamattina sono stato contattato dal Presidente Annarosa Racca che mi ha detto di aver attivato le procedure perché i colleghi possano fruire della copertura».

La vera urgenza sono comunque i cittadini. Al di là dei feriti del terremoto, trasportati negli ospedali, al resto della popolazione, che in molti casi è rimasto fuori casa «occorre dare una continuità alla distribuzione dei farmaci nelle fasi immediatamente successive al sisma. Il Presidente Fofi Andrea Mandelli ha messo a disposizione due camper che sono in "transito" per la Salaria, ma per entrare ad Amatrice hanno bisogno del placet della Protezione Civile. Altre strade d'accesso - ricorda Cortellini - non ce ne sono perché il terremoto ha danneggiato dei ponti, di sicuro tutti gli accessi da Sud, dal Reatino. In ogni caso contiamo di attivare i due camper entro 24-48 ore. Per i tempi successivi, passata la fase di emergenza, la Cooperativa Farmacentro di Perugia ci ha messo a disposizione due container attrezzati come farmacie. Di qui a qualche giorno dovremmo averli operativi».

Mauro Miserendino

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Autunno in salute

Autunno in salute

A cura di Metagenics

Il Consiglio di amministrazione del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) ha nominato Pamela Rendi-Wagner alla direzione per...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top