Login con

Politica e Sanità

25 Ottobre 2016

Gran Bretagna, troppe farmacie una vicina all’altra. L’Nhs vuole tagliare i finanziamenti


Una farmacia su quattro in Gran Bretagna è a rischio chiusura. La notizia rilanciata da molti quotidiani inglesi arriva dopo che il ministro della Salute David Mowat, parlando alla Camera dei Comuni, ha annunciato l'intenzione di ridurre i sussidi alle farmacie per i prossimi due anni. L'ipotesi, peraltro, era circolata già nella primavera scorsa, quando Pharmacy voice (http://www.farmacista33.it/farmacie-inglesi-a-rischio-chiusura-sempre-meno-finanziamenti-pubblici/politica-e-sanita/news--35959.html?word=farmacie), l'organizzazione che riunisce i rappresentanti delle principali associazioni di categoria, aveva lanciato l'allarme tagli. Mowat nel suo discorso ha dettagliato le linee guida dell'intervento, sottolineando come la spesa per le farmacie sia cresciuta in un decennio di oltre il 40% per arrivare a 2,8 miliardi l'anno e come In media ogni anno una farmacia di comunità riceva sovvenzioni per 220mila sterline dall'Nhs. Il piano di interventi prevede due tranche di tagli: la prima da portare a termine entro il 2016 di 2,6 miliardi di sterline, la seconda, a fine 2017, di 2,5 miliardi di sterline.

Ma le farmacie che operano nelle zone depresse del paese non devono temere interventi, che si concentreranno, invece, sulle farmacie organizzate in "clusters", ossia tre o più collocate a 10 minuti l'una dall'altra. Il 40% del totale, secondo il Dipartimento della Salute britannico, che sottolinea il caso di Leicester dove 12 farmacie sono a pochi minuti l'una dall'altra. «È dura» spiega Mowat «giustificare simili sovvenzioni con un'organizzazione di questo tipo». Secondo le valutazioni del ministro l'ideale sarebbe una fusione tra diversi esercizi che non condizioni significativamente l'accesso al servizio farmaceutico. I risparmi ottenuti, spiega Mowat, potranno essere riutilizzati in altre componenti del Servizio sanitario. Secondo molti osservatori, peraltro, il rischio di questi interventi, è che aumenti la pressione sui medici di base e sugli ospedali, a loro volta in sofferenza per le ristrettezze economiche in cui versano.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Portare l’igiene orale fuori casa

Portare l’igiene orale fuori casa

A cura di Curaprox

L’anemia da carenza di ferro può colpire anche bambini e adolescenti. È importante saperla riconoscere e cosa fare per trattarla

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top