Login con

Politica e Sanità

26 Ottobre 2016

Gelli: parafarmacie e titolarità, idee e sensibilità diverse nel Pd


Concorsi per titolari di parafarmacia per risolvere la loro "anomalia"? Per ora è solo una delle tante idee sulle quali il Partito Democratico si sta confrontando. Così il responsabile Sanità del Pd Federico Gelli, interpellato da Farmacista33, commenta il recente intervento della collega di partito Silvia Fregolent sul tema. «Al momento non c'è nessuno strumento concreto ma ci stiamo attivando all'interno dei gruppi parlamentari per trovare una soluzione». La questione è complicata, come conferma Gelli, è al momento nel Partito democratico si è ancora in fase di "brain storming". «Ci sono idee da approfondire, una è quella proposta dall'onorevole Fregolent, e c'è l'impegno a seguire un percorso di sanatoria per le parafarmacie, ma bisogna trovare il veicolo giuridico nel quale inserirlo. Ad oggi comunque non c'è nessun progetto di legge ma solo un approfondimento sui contenuti, anche perché nel partito ci sono sensibilità differenti sul tema. È opinione comune, peraltro, di non rendere marginali i farmacisti titolari di parafarmacia». A complicare ulteriormente le cose il Ddl concorrenza, in attesa di approvazione definitiva.

«L'assetto introdotto dal Ddl concorrenza porterà a nuovi equilibri, dovremo prima attendere di essere a bocce ferme per poter procedere. Va detto» precisa Gelli «che si tratta comunque di temi differenti e che il Ddl non si occupa di distribuzione del farmaco ma di ingresso del capitale». L'intervento di Fregolent è andato a toccare anche un altro nervo scoperto della categoria, quello della titolarità per ereditarietà, inaccettabile per la deputata Pd che pensa debba essere rimessa sul mercato. Una dichiarazione che ha fatto discutere e che ha portato il senatore Luigi D'Ambrosio Lettieri a parlare di «esproprio proletario». «Nessun esproprio» dice Gelli «ma semplicemente l'intenzione di far valere il merito e le gare pubbliche. Penso che quella di Fregolent fosse una provocazione, che voleva sottolineare l'importanza di premiare la capacità e, d'altro canto, per vincere la titolarità di una farmacia esiste un concorso pubblico. Non è così per le parafarmacie» conclude.


Marco Malagutti

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Vacanze in famiglia allargata - Babygella

Vacanze in famiglia allargata - Babygella

A cura di Viatris

Si diffondono in Europa le difficoltà di approvvigionamento di farmaci veterinari contro la Leishmaniosi. Lo segnala ANMVI al Ministero della Salute. Chiesta l'adozione di una lista pubblica "di...

A cura di Simona Zazzetta

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top