Login con

Politica e Sanità

16 Novembre 2011

MMG più coinvolti nella farmacovigilanza


"E'' vero che i medici di famiglia hanno un po’ latitato nella raccolta degli effetti avversi dei farmaci, ma è anche vero che non è stato fatto niente per coinvolgerli nell''attività di farmacovigilanza. Ma noi siamo pronti a partecipare sia alla fase di controllo che alla ricerca pre-marketing". Mauro Martini, presidente nazionale di Snami (Sindacato nazionale autonomo medici italiani) è pronto ad ammettere le responsabilità dei medici di famiglia in merito alle carenze della farmacovigilanza in Italia, ma rilancia: "Se il medico di medicina generale viene coinvolto nella sperimentazione dei farmaci, sarà più motivato a continuare il monitoraggio degli effetti collaterali e sarà anche più informato su tutti i possibili effetti collaterali valutati in fase pre-commerciale". Un''ipotesi sulla quale i vertici delle società scientifiche non si sbilanciano ma non chiudono le porte. "I medici di famiglia sono strategici sul fronte della raccolta degli eventi avversi", sottolinea il presidente Fism, Pasquale Spinelli. Gli fa eco Achille Caputi, presidente della Società italiana di farmacologia: "Le case farmaceutiche spesso tendono a minimizzare i risultati dei trial clinici - sostiene - ma se un medico non sa che durante la sperimentazione si è verificato un determinato evento avverso, perch� non gli viene fatto presente in quanto marginale o poco frequente, come fa poi a riconoscerne il pericolo nella pratica quotidiana? Il rischio è che i pazienti perdano fiducia nel farmaco e nella figura del medico. E così l''alleanza terapeutica va a farsi benedire".

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

Microbioma, salto tecnologico per Wellmicro

Microbioma, salto tecnologico per Wellmicro


Al via il progetto New Era for Rare, promosso da Edra, oggi la prima discussione del progetto. Presentate le azioni congiunte da implementare per favorire l’attuazione della Legge 175/2021

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top