Login con

Politica e Sanità

05 Maggio 2017

Rinnovo contratto, Sinasfa: aumento salario non differibile


I dipendenti di farmacia hanno bisogno di un aumento salariale, ormai la situazione è tale che non se ne può fare a meno: questo è imprescindibile e deve essere la base per qualsiasi discussione sul rinnovo del contratto. Sul fronte delle trattative, è necessario un passaggio anche da parte dei farmacisti non titolari, una identità di categoria e una partecipazione sindacale che deve iniziare a crearsi per acquisire maggiore forza. A lanciare l'appello Francesco Imperadrice, presidente del Sindacato nazionale dei farmacisti non titolari, all'indomani del dibattito sull'incontro esplorativo tra i sindacati confederali (Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uil-Uiltucs) e Federfarma. Incontro a seguito del quale la Uiltucs aveva rimarcato, in una nota, «l'indisponibilità» - dal momento che «Federfarma ritiene non sussistano le condizioni per alcun incremento salariale» - a «un percorso che prefigura un rinnovo del Ccnl solo apparente o, comunque, a sostanziale invarianza di costo». Una posizione che, spiega Imperadrice, «abbiamo accolto positivamente». Ma i temi sul tappeto sono molti: «li abbiamo denunciati tante volte: sottoccupazione, stage, contratti atipici, disoccupazione, e così via».

C'è però un punto da sottolineare: «Quella delle farmacie private è una situazione particolare rispetto ad altri settori - della sanità e non solo - dove c'è una cultura e una partecipazione sindacale molto maggiore. Il sistema delle farmacie è costituito da tante piccole imprese in cui c'è una media di due-tre dipendenti. In questo contesto è più difficile l'affermarsi di una cultura sindacale, forse anche per una paura diffusa, e a fronte di numeri complessivamente elevati di dipendenti, la sindacalizzazione resta piuttosto bassa. Tutto questo però avviene in un sistema in cui al contrario la quasi totalità - se non la totalità - dei titolari è invece sindacalizzata». Ma, continua, «i numeri potenzialmente sono dalla parte dei dipendenti: siamo oltre 50mila, siamo professionisti di alto livello e operiamo in un settore delicato e strategico. Potremmo avere una forza enorme da un punto di vista politico e sindacale, ma occorre capire che la forza - e con essa la possibilità di avanzare richieste - c'è se si hanno, anche sulla carta, i numeri. E questo, per un sindacato, si traduce in consenso, che è dato dalle iscrizioni, ma anche partecipazione. Secondo Sinasfa, è fondamentale che i colleghi prendano coscienza che devono partecipare attivamente alla vita della categoria. Credo sia il momento che la categoria dei farmacisti non titolari inizi a unirsi, fare squadra, essere compatta, esporsi».

E questa è «una cultura che deve entrare anche nel quotidiano: a che serve avere sulla carta diritti e aumenti se poi non si ha la forza di farli attuare?». C'è poi il discorso della rappresentanza territoriale: «Lo stesso invito lo vorrei rivolgere anche alle associazioni di non titolari diffuse sul territorio: perché potrebbero essere una base per la creazione, attraverso una trasformazione o in altri modi, di sedi del sindacato provinciali e regionali. Proprio secondo lo schema in cui sono organizzati i titolari, che contano, oltre che sul livello nazionale, su rappresentanze sindacali locali. Questo per acquisire forza nelle trattative, ma anche nei confronti dei decisori politici, per andare a incidere anche su tutta una serie di problematiche che tolgono forza alla categoria quali, lo ripeto, stage, sottoccupazione, disoccupazione, e così via».


Francesca Giani

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Isomar Occhi Cashback 100%

Isomar Occhi Cashback 100%


La Basilicata registra un bilancio positivo al termine del primo mese di sperimentazione della “Farmacia dei Servizi”, coinvolgendo 130 farmacie nelle due province. Dati da 75 strutture mostrano...

A cura di Giulia Vismara

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top