Login con

Politica e Sanità

20 Febbraio 2018

Cup in farmacia, in Toscana Usl interrompe servizio ma i cittadini non ci stanno


Cittadini sul piede di guerra contro la decisione dell'azienda Usl di interrompere il servizio di prenotazione dei prelievi ematici all'interno della farmacia del paese. È quanto accade in un piccolo comune toscano, Vada è una frazione del comune di Rosignano Marittimo, in provincia di Livorno. Stando a quanto riporta la stampa locale che ha raccolto le dichiarazioni dei residenti, fino a circa tre anni fa si poteva andare nella farmacia del paese per prenotare l'appuntamento per effettuare gli esami del sangue, che poi venivano effettuati in un giorno stabilito all'interno di uno studio dove venivano appositamente due medici dell'azienda sanitaria. I cittadini sottolineano che il servizio era comodo soprattutto per le persone anziane e per chi non poteva spostarsi autonomamente per raggiungere il distretto sanitario di Rosignano Solvay.

«Circa tre anni fa - spiegano i residenti - questo tipo di servizio è stato interrotto e da allora era comunque possibile prenotare nella farmacia di Vada l'appuntamento per fare il prelievo che poi veniva effettuato al distretto sanitario di Rosignano, dove i cittadini dovevano tornare una seconda volta per ritirare i referti degli esami del sangue. Già questo fatto ha aumentato i problemi, ma nelle ultime settimane la situazione è peggiorata ulteriormente. Da gennaio, infatti, è stata interrotta la possibilità di prenotare le analisi alla farmacia e quindi un cittadino di Vada deve andare almeno tre volte al distretto di Solvay: la prima per prendere l'appuntamento, la seconda per fare il prelievo e la terza per ritirare i risultati». Un via vai che non rappresenta l'unico disagio per chi nel paese deve accedere ai servizi sanitari. «Viste le code che ci sono spesso agli sportelli Cup significa impiegare tre mattine semplicemente per fare degli esami del sangue - spiegano infatti i residenti - Chi non guida e non può essere accompagnato perde giornate intere». Ora i cittadini di Vada chiedono almeno la riattivazione delle prenotazioni in farmacia che «oltretutto non ha problemi ad effettuarlo. Abbiamo fatto presente la situazione al vicesindaco Daniele Donati, che ci ha assicurato che avrebbe chiesto chiarimenti al responsabile Asl di zona. Ancora, però, non ci hanno fornito una risposta».

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

La protezione efficace per vivere il sole - Carovit

La protezione efficace per vivere il sole - Carovit

A cura di Viatris

Il Consiglio di amministrazione del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) ha nominato Pamela Rendi-Wagner alla direzione per...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top