Login con

Politica e Sanità

28 Febbraio 2018

Farmaci a Km 0, Liguria avvia sperimentazione del primo ciclo in Dpc


Farmaci a km zero per ridurre gli sprechi e facilitare la vita dei cittadini dopo un ricovero ospedaliero, consentendo, con la ricetta del servizio sanitario, il ritiro gratuito delle medicine salvavita direttamente nella farmacia sotto casa anziché esclusivamente in ospedale. Questi gli obiettivi della sperimentazione, che prende il via il 1° marzo, della distribuzione per conto dei farmaci salvavita presso le farmacie territoriali, avviata in Liguria nell'ottica, si legge in una nota della Regione, "di una sanità sempre più a km zero, riducendo gli sprechi, grazie a procedure uniformi adottate da tutte le Asl, al monitoraggio informatizzato in tempo reale delle giacenze e alla centralizzazione degli acquisti e del magazzino". Il provvedimento, sottolinea la Regione, comporterà "meno spostamenti e meno perdite di tempo per i cittadini, senza ticket in più o costi aggiuntivi, oltre a benefici per il sistema, con una riduzione degli sprechi e un miglior utilizzo delle risorse, che potranno essere reinvestite per migliorare e implementare i servizi. È garantito su tutto il territorio il servizio di consegna a domicilio dei farmaci salvavita per le persone disabili o allettate. L'obiettivo è andare incontro alle esigenze dei cittadini più fragili, affetti da patologie croniche o dimessi dall'ospedale, evitando in particolare a chi vive nell'entroterra di dover percorrere chilometri per reperire i farmaci presso le strutture sanitarie. La vicepresidente e assessore alla Sanità evidenzia il superamento di possibili sprechi generati da sistemi non omogenei che non garantiscono una vera equità di accesso al sistema da parte dei cittadini". Coinvolte nel modello 584 farmacie convenzionate, 7 magazzini, 1 milione e 400mila (+/- 10%) pezzi di specialità erogate all'anno, oltre 450 specialità medicinali distribuite gratuitamente, 115 principi attivi, circa 60 aziende farmaceutiche fornitrici individuate a seguito di gara centralizzata. All'assistito, precisa la Regione, viene data libertà di scelta di recarsi presso la farmacia convenzionata o la struttura pubblica della propria Asl o dell'ospedale per ricevere il farmaco prescrittogli con l'obiettivo, anche, di una maggiore attenzione agli assistiti residenti nell'entroterra e nelle zone periferiche che possono accedere al servizio grazie all'applicazione omogenea del principio della prossimità e al riconoscimento delle farmacie convenzionate come presidio sanitario per la sanità pubblica. Inoltre, con l'individuazione puntuale e omogenea dei quantitativi di farmaci distribuiti per il cosiddetto 'primo ciclo' (una confezione pari a non più di 30 giorni di terapia oppure, in caso di farmaci monodose, al numero di pezzi necessario a garantire non più di 7 gg di terapia) c'è garanzia di continuità assistenziale e consente una presa in carico dell'assistito da parte sia dello specialista sia del medico di medicina generale, i quali hanno la possibilità di assicurare l'appropriatezza, l'adeguatezza e l'aderenza alla terapia raccomandata, nonché di verificarne l'efficacia. La distribuzione per conto, assicura la Regione, viene adottata in tutte le Asl con le stesse procedure con un modello distributivo unificato in tutta la regione e per tutte le Asl con l'utilizzo di un elenco unico regionale di farmaci classificati A-PHT. A garanzia di una migliore qualità del servizio pubblico, la gestione sarà completamente informatizzata grazie all'uso di un applicativo gestionale innovativo e performante, che consente la piena tracciabilità in tempo reale dell'intero processo di dispensazione del farmaco. La valutazione della dimensione degli aspetti economici è stata affidata all'Università degli Studi di Genova, per la professionalità e la terzietà garantite.(SZ)

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

Contro stanchezza e spossatezza d’autunno

Contro stanchezza e spossatezza d’autunno

A cura di Uragme

E' stato presentato il documento “Il valore, attuale e prospettico, dell’aderenza alla terapia. Scenario e proposte di raccomandazioni”, promosso da Edra con il supporto non condizionante...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top