Login con

Politica e Sanità

16 Luglio 2018

FarmacistaPiù, Gaudioso (Cittadinanzattiva): un’occasione di confronto sul futuro del Ssn


«Abbiamo accettato con piacere l'invito a far parte del comitato scientifico di FarmacistaPiù, che è ormai diventato un appuntamento fondamentale di confronto per il mondo della farmacia, un'occasione di riflessione per il futuro di questa componente fondamentale del nostro Servizio sanitario nazionale». Così Antonio Gaudioso, segretario generale di Cittadinanzattiva, in un'intervista a Federfarma Channel. Considerata la natura e l'esperienza, ormai quarantennale, dell'associazione, l'interesse principale, sottolinea Gaudioso, «è a discutere i temi che hanno a che fare con il ruolo del farmacista nei confronti del cittadino. La riflessione sul futuro della farmacia e del farmacista è di massima attualità: noi riteniamo che si debba partire dall'automedicazione per arrivare alla gestione cronicità. Non a caso ci siamo battuti per far inserire le farmacie nella programmazione territoriale all'interno dei Patti per la salute, anche se questo è avvenuto solo a macchia di leopardo».

Discutere di servizi sanitari sul territorio significa, per prima cosa, abbattere le barriere tra le professioni: «È antistorico pensare in termini di categorie, che invece sono un asse fondamentale del Ssn. Si deve puntare a una maggiore integrazione tra funzioni della farmacia, del medico di medicina generale e dei servizi territoriali che fanno capo alla sanità pubblica. Da questo punto di vista i contenuti di FarmacistaPiù possono sollecitare il dibattito in questa fase di inizio legislatura. Serve un confronto franco e leale tra cittadini e istituzioni per disegnare insieme il futuro del Ssn, discutendo ruoli e funzioni delle categorie e dei bisogni delle persone». Istanze che Cittadinanzattiva ha già avuto modo di presentare al ministro della Salute Grillo. Obiettivo: un Ssn «personalizzato», che possa contare su «figure professionali competenti e poliedriche». Senza dimenticare la particolarità del territorio italiano. «Ci sono dodici milioni di persone che vivono in piccoli borghi o in aree disagiate», conclude Gaudioso. «In questi luoghi le farmacie possono può ricoprire un ruolo ancora più importante che in passato, ampliando la gamma dei servizi da offrire al cittadino».

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Crema calmante magnesio

Crema calmante magnesio

A cura di Resultime

Uno studio pubblicato su Nature evidenza che una dieta con elevato contenuto di proteine potrebbe aumentare il rischio di aterosclerosi

A cura di Francesca De vecchi - Tecnologa alimentare

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top