Login con

Politica e Sanità

15 Novembre 2011

Alcol, una vera emergenza


Inquietanti risultati di uno studio condotto dall''�quipe da Emanuele Scafato, responsabile dell’Osservatorio alcol dell’Istituto superiore di sanità.
Ogni anno, dice lo studio, presentato ieri a Roma, in Italia sono 6.000 i morti sulle strade per abuso di alcol, dei quali 2.800-3.000 vedono protagonisti i giovani tra i 18 e i 25 anni. A questi, bisogna aggiungere i 25mila decessi dovuti alla dipendenza da alcol in sè. L''analisi delle cause che determinano gli incidenti stradali mostra che, a livello europeo, un incidente su quattro (25%) e'' attribuibile all''alcol, e che negli incidenti causati da guida in stato di ebbrezza la stragrande maggioranza delle persone coinvolte (96%) è costituita da uomini, di cui il 33% giovani o giovani adulti di età compresa tra i 15 e i 34 anni. Una rassegna internazionale di 112 studi finanziati dalla Commissione europea ha fornito una forte evidenza scientifica del fatto che la diminuzione delle capacità di guida comincia con un livello di concentrazione di alcol nel sangue appena superiore allo zero.  Il raffronto tra l’alcolemia di conducenti coinvolti in incidenti e quella di conducenti non coinvolti in incidenti ha riscontrato che uomini e donne di tutte le età con Bac tra 0,2 g/l e 0,49 g/l presentano un rischio almeno tre volte maggiore di morire in un incidente d''auto. Si stima che il 30-40 per cento dei 224.000 incidenti avvenuti in Italia nel 2004, dei 316.000 feriti e dei quasi 6.000 morti a causa di un incidente stradale sia alcol correlato. Queste morti sono evitabili con interventi mirati che ridurrebbero significativamente il costo economico, sanitario, sociale che nel 2004 e'' stato stimato in oltre 33 miliardi di euro, il 2,5 per cento del PIL.

Scafato ha presentato alcune proposte per limitare le morti correlate all''abuso di alcol: riconsiderare i livelli attuali di alcolemia consentiti alla guida e valutare l''opportunità di abbassare il limite attuale di 0,5 g/l; valutare l''opportunità di introdurre livelli di alcolemia consentiti alla guida pari a zero per i giovani fino a venti anni. ''''Non esistono limiti da considerarsi sicuri” ha spiegato Scafato. “La ricerca mondiale ha dimostrato una forte riduzione negli incidenti stradali quando i livelli di alcolemia consentiti sono stati abbassati''''. Altre misure suggerite sono l''attuazione di campagne di sensibilizzazione che incrementino la consapevolezza nella popolazione del rischio connesso all''alcol alla guida; favorire l''attuazione di inziative rivolte ai giovani, come quella del "guidatore designato" (uno dei componenti di un gruppo viene di volta in volta scelto come guidatore e quindi quella sera si astiene dall''alcool); finanziare la ricerca sui fattori che possono contribuire a diminuire l''impatto sulla salute e sulla sicurezza di comportamenti di abuso alcolico. Oltre, ovviamente a far sì che aumentino i controlli.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

Dottor Ettore Stuani Skin Care

Dottor Ettore Stuani Skin Care


Promuovere una più stretta sinergia tra farmacisti e biologi per ampliare l’offerta delle prestazioni diagnostiche nella “Farmacia dei servizi”. Lo dicono Fofi, Fnob, Federfarma e...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top