Login con

Politica e Sanità

04 Dicembre 2018

Farmacia ospedaliera, Sifo: misuriamo la performance per dare valore a nostro ruolo


"Misurare per dare valore". Così sabato scorso, dal palco del 39° Congresso Nazionale celebrato a Napoli dalla Sifo, la vicepresidente Maria Grazia Cattaneo ha riassunto il senso della proposta lanciata dalla società scientifica per valutare le performance del farmacista nel Ssn. «Finora - ha spiegato - il nostro ruolo non è stato valutato adeguatamente, se non relativamente ai risultati legati all'economia, come la gestione della spesa o della logistica. Sono aspetti importanti per l'equità delle cure, ma quanto incide la nostra professione anche nella qualità clinica del percorso di cura?»

Per rispondere a domande come questa, il progetto triennale "FarmaPer - Costruzione di un sistema di performance management per lo sviluppo della farmacia e del farmacista nelle aziende sanitarie" partirà da una mappatura su tutto il territorio nazionale delle aree di attività e della rilevanza strategica dei servizi di farmacia ospedaliera, attraverso un vasto e variegato cruscotto di indicatori, come il coinvolgimento nei team multidisciplinari, la formazione, l'accreditamento delle strutture o il livello di informatizzazione. Come bussola, verranno utilizzati anche gli statement dell'European Association of Hospital Pharmacists (Eahp) relativi agli interventi del farmacista sulle prescrizioni, la riconciliazione farmaceutica all'ingresso e al trasferimento, il counselling al paziente o la partecipazione attiva al miglioramento dell'output clinico, per esempio con programmi di stewardship antimicrobica e antifungina. L'indagine interpellerà farmacisti ospedalieri, Direzioni, altri professionisti sanitari e pazienti, in modo da avere anche un quadro, ha spiegato Cattaneo, "della qualità percepita della nostra attività". In questa direzione va pure il patrocinio del monitoraggio delle Farmacie ospedaliere lanciato da Cittadinanzattiva.

L'Osservatorio Nazionale Sifo avrà il compito di restituire uno sguardo di insieme, nello stesso tempo evidenziando e analizzando le differenze tra un contesto e l'altro nell'implementazione di professionisti e servizi farmaceutici. L'operazione farà necessariamente emergere le pratiche migliori, così come quelle da non imitare e non c'è bisogno di attendere i risultati della mappatura per scommettere quanto, nel Paese, siano ancora grandi le distanze da colmare. "Queste disomogeneità sono dettate dall'ampia eterogeneità dei comportamenti regionali in termini di assistenza farmaceutica ospedaliera e territoriale e limitano la corretta accessibilità alle cure e il loro uso appropriato", ha denunciato la vicepresidente.

Per la misurazione delle performance non mancano le linee guida, comprese quelle stilate in Italia dal Dipartimento per la Funzione Pubblica e per la farmacia ospedaliera, e non si parte da zero, grazie agli indicatori che arrivano da altri progetti patrocinati a livello locale dalla Sifo. Soprattutto, ci sono la letteratura (la società scientifica ha scandagliato 480 articoli di Medline) e le migliori esperienze internazionali. Ne viene fuori un quadro che conferma come i farmacisti ospedalieri possano influire positivamente nei percorsi di cura, per esempio sui fronti dell'aderenza, dell'appropriatezza e della sicurezza. La misurazione di questo contributo consente di fare benchmark tra sistemi e organizzazioni, stilare report pubblici e anche usare i dati a scopo contrattuale e in programmi di pay-for-performance. Potrebbero esserci resistenze da parte dei farmacisti ospedalieri a farsi valutare? Secondo Cattaneo, in questa operazione di trasparenza i colleghi hanno solo da guadagnare: "Porterà a una più equa valorizzazione della nostra professione, farà sì che non si debba discutere di contrazioni e di cancellazioni di strutture e posti di lavoro, ma darà pieno riconoscimento alla nostra funzione imprescindibile di generatori di valore per le terapie farmaceutiche erogate".

Elvio Pasca

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Libera il naso e protegge la mucosa

Libera il naso e protegge la mucosa


Nascono le prime linee guida diagnostiche europee per morbo di Alzheimer con raccomandazioni che modificano l'approccio diagnostico, focalizzandosi non sulla...

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top