Login con

Politica e Sanità

15 Gennaio 2019

Mix di codeina, Stabile (Campania): verificare fonte di approvvigionamento del farmaco


Va verificata la fonte di approvvigionamento della codeina per produrre il mix stupefacente, la maggior parte dei consumatori, soprattutto se giovani, trovano il farmaco sui mercati clandestini in particolare su Internet da organizzazioni che con la professione non hanno nulla a che fare. Con queste considerazioni Nicola Stabile, presidente di Federfarma Campania, interviene sulle notizie in merito al diffuso uso tra i giovani di un cocktail con effetto stupefacente prodotto miscelando la codeina, come sciroppo o gocce sedativi per la tosse, con una semplice bibita gassata.

Secondo Stabile «è necessario verificare la fonte di approvvigionamento della codeina da parte degli assuntori del mix stupefacente. Stigmatizzando eventuali comportamenti illeciti da parte di qualche farmacista - ha continuato Stabile - credo che la quasi totalità di persone, soprattutto giovani, trovano sui mercati clandestini in particolare su Internet, la codeina con cui creare la bevanda stupefacente. Mai come oggi il filtro della farmacia è essenziale per frenare questa pericolosa moda». La legge, infatti, prevede che il farmaco può essere dispensato soltanto presentando una ricetta del medico curante.

La vicenda rimette in gioco le norme della vendita on line di farmaci. Dal 2015 la legge prevede che farmacie e parafarmacie possono cedere in rete soltanto farmaci da banco, ovvero quelli per cui non serve la ricetta del medico, dunque non certo prodotti a base di codeina. «Ci vogliono, dunque, maggiori controlli anche per debellare la vendita illegale di farmaci in rete che certamente non vengono dispensati da farmacisti ma da organizzazioni che con la nostra professione non hanno nulla a che fare». Il presidente di Federfarma Campania auspica, dando la propria disponibilità, un confronto con istituzioni sanitarie e forze dell'ordine per individuare strategie da mettere in campo per debellare un fenomeno che rischia di minare la salute dei giovani e non solo.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Detersione naso e occhi per bambini e adulti

Detersione naso e occhi per bambini e adulti


L’Ordine dei farmacisti della provincia di Perugia ha celebrato la seconda edizione del premio “Caduceo d’oro”. Riconoscimenti speciali a Marcello Gemmato, al dipartimento di Scienze...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top