Login con

Politica e Sanità

26 Luglio 2019

Farmaci generici, Cossolo: nessuno conflitto di interessi per i farmacisti


Farmaci generici, il presidente di Federfarma nazionale Marco Cossolo rigetta la possibilità di conflitto di interessi del farmacista

Dire che i farmacisti non promuovano i farmaci generici per un "conflitto di interessi", in quanto il loro prezzo più basso significherebbe un guadagno più basso è «offensivo, oltre che falso: sui generici la legge prevede per la farmacia una remunerazione più alta, che nella maggioranza dei casi rende più conveniente per il farmacista dispensare la confezione equivalente rispetto a quella del corrispondente farmaco di marca. Quindi il farmacista non ha alcun interesse ad ostacolare l'utilizzo dei generici». Con questa motivazione Marco Cossolo, presidente di Federfarma, respinge le accuse al mittente, vale a dire il Blog Italia Idee che ieri ha pubblicato l'articolo "Il paradosso tutto italiano dei farmaci equivalenti", in cui, in un'analisi della scarsa cultura del generico in Italia, chiama in causa i farmacisti, attribuendo loro, tra le altre cose, un "conflitto d'interessi: perché minor prezzo significa minor percentuale di guadagno".

Scarsa diffusione dei generici, ma farmacia li promuove

Ed è con una lettera che Cossolo risponde all'autore dell'articolo: «Invece di lanciare accuse e supposizioni al limite della calunnia, invito l'autore dell'articolo a trascorrere qualche giorno dietro il banco per sentire direttamente le motivazioni più disparate per le quali molti italiani non si fidano dei farmaci equivalenti. L'autore dell'articolo ha ragione a denunciare la scarsa diffusione dei generici in Italia rispetto agli altri paesi europei. Sbaglia grossolanamente però quando addossa la responsabilità alle farmacie. In farmacia consigliamo sempre i generici» afferma Cossolo e cita le iniziative svolte nel tempo proprio per incentivare la cultura dei farmaci generici. «Abbiamo fatto numerose campagne di informazione - ricorda - fin dalla prima nel lontano 2001 in collaborazione con il Ministero della Salute. Successivamente abbiamo collaborato anche con Cittadinanzattiva, nella campagna "Io Equivalgo". Spesso, purtroppo, sono i cittadini a rifiutarli perché continuano a considerarli una sottomarca di scarsa qualità. Questo pregiudizio è duro a morire, e sarebbe bello se anche tutti gli altri operatori sanitari incoraggiassero maggiormente l'uso degli equivalenti, tranquillizzando il paziente circa la loro sicurezza ed efficacia. C'è da dire anche che, in alcuni casi, soprattutto gli anziani e i pazienti che assumono più farmaci preferiscono avere sempre la scatoletta a cui sono abituati».

Promuovere cultura del generico

Anche nell'ultimo numero della rivista Farma Magazine distribuite nelle farmacie, si parla del «valore degli equivalenti, con l'obiettivo di diffondere quella cultura che manca per consentire ai cittadini di risparmiare senza perdere in salute». E chiude la lettera con una richiesta: «Chiediamo alle Istituzioni di promuovere una maggiore cultura del generico, in linea con quanto fanno quotidianamente i farmacisti. In Federfarma siamo sempre pronti a collaborare a iniziative e campagne di informazione volte a promuovere l'uso degli equivalenti».

CITATI: FULVIA MAGENGA

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Detersione naso e occhi per bambini e adulti

Detersione naso e occhi per bambini e adulti


In un’erboristeria di Prato sono stati sequestrate 47 confezioni di medicinali con fustelle (antinfiammatori, antibiotici, contraccettivi, pillole dimagranti, botulino e farmaci per la disfunzione...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top